Il Milan detta legge anche in Europa:
4-2 al Celtic, Hauge sugli scudi

Giovedì 3 Dicembre 2020

Una reazione da grande squadra quella del Milan contro il Celtic. Sotto di due gol – sciagurati gli errori di Krunic che spalancano la porta ai gol di Rogic ed Edouard – i rossoneri reagiscono e vincono 4-2. Un successo che vale la qualificazione aritmetica ai sedicesimi. Un traguardo fondamentale per la squadra di Stefano Pioli, che nei primi 15’ è irriconoscibile. Poi è Calhanoglu a risvegliare il Diavolo con una bellissima punizione che permette al Milan di accorciare le distanze. Ed è sempre il turno a dare il via all’azione da dove arriva il pareggio di Castillejo. Il Celtic rischia il tracollo ed è quello che accade nella ripresa. Perché Hauge si inventa un gol meraviglioso. Il norvegese riceve palla, salta tre avversari e firma il terzo centro stagionale, il secondo in Europa League. Gli scozzesi, però, corrono, pressano e con Christie sfiorano il 3-3 (grande intervento di Donnarumma in angolo), ma affondano. Hauge si inventa un’altra azione delle sue, dà palla a Brahim Diaz (subentrato a Calhanoglu), che chiude il match. Il Milan passa ai sedicesimi: ora può pensare solo al campionato, ma rischia di perdere Kjaer, uscito dopo soli 11’ per un problema muscolare alla coscia destra..

 

SEGUI LA DIRETTA

Ultimo aggiornamento: 23:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA