San Giuseppe, ricorso respinto
e addio playoff: «Lasciamo il calcio a 5»

Mercoledì 25 Maggio 2022 di Giuliano Pisciotta
San Giuseppe, ricorso respinto e addio playoff: «Lasciamo il calcio a 5»

La Terza Sezione della Corte Sportiva di Appello Nazionale ha respinto il ricorso del Real San Giuseppe, avverso alla sconfitta a tavolino subita per la partita interna contro SynBios Petrarca Padova. Il giudice sportivo aveva ribaltato il risultato del campo per l'indebito impiego da parte del Real del Cholo Salas. L'atleta non aveva scontato una squalifica risalente a cinque stagione fa, rimediata in Coppa Italia quando militava nell'Alma Salerno in Serie B.

Il giudice aveva applicato la retroattività di una norma introdotta nelle stagioni successive a quella della squalifica, di fatto condannado il Real anche per un cavillo burocratico emerso nei due trasferimenti di Salas dal campionato italiano a quello spagnolo e viceversa.

Ieri il provvedimento della Corte Sportiva d'Appello Nazionale, che entro 10 giorni da questa decisione dovrebbe pubblicarne anche le motivazioni. Intanto però è arrivata la reazione al vetriolo della dirigenza gialloblu, che ha innanzitutto evidenziato la «cattiveria sportiva della società Syn-Bios Petrarca».

In una nota ufficiale la famiglia Massa si è detta completamente nauseata da una situazione definita «surreale e grottesca. Perdere i play-off a tavolino per una squalifica di Salas di quasi cinque anni fa ricevuta per una partita di Coppa Italia di Serie B è davvero incredibile».

La dirigenza vesuviana lamenta il fatto di pagare per responsabilità non proprie. E ciò potrebbe portare a una decisione drastica della proprietà: «Questo fa perdere ogni tipo di stimolo per il futuro. Per questa ragione la società della famiglia Massa sta pensando seriamente di lasciare questa disciplina che non rispecchia i valori promossi dal club dopo questi episodi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA