GP Olanda: Verstappen allunga
su Russell, Leclerc termina terzo

F1, GP Olanda, la diretta: Leclerc e Sainz per fermare l'onda arancione che spinge Verstappen
F1, GP Olanda, la diretta: Leclerc e Sainz per fermare l'onda arancione che spinge Verstappen
di Massimo Costa
Domenica 4 Settembre 2022, 14:34 - Ultimo agg. 19:45
11 Minuti di Lettura

Max Verstappen vola verso il suo secondo titolo iridato. L'olandese della Red Bull, partito dalla pole, ha vinto il Gran Premio di Zandvoort, ma non è stata una passeggiata. Una virtual safety car per recuperare la Alpha Tauri di Yuki Tsunoda e poi una safety-car per togliere dalla pista la Sauber Alfa Romeo di Valtteri Bottas, hanno mischiato le carte. Verstappen occupava tranquillamente la prima posizione fin dal via, ma dopo la prima tornata di pit-stop per chi aveva le gomme soft, la Mercedes è salita alla ribalta. Partiti con le Pirelli medie, Lewis Hamilton e George Russell hanno allungato il loro primo stint e occupato le prime due posizioni. Quando è stato il momento del loro primo pit-stop, hanno montato le gomme dure con l'intento di non effettuare una seconda sosta. Una scelta strategica che ha spiazzato tutti e che poteva portare Hamilton alla vittoria se gli pneumatici hard avessero retto fino alla fine. La W13 era velocissima con le gomme dure, ma Verstappen è stato molto fortunato quando la direzione gara ha chiamato la virtual safety car per Tsunoda.

L'olandese ha fatto il pit-stop senza perdere tempo, la Mercedes ha risposto con le gomme medie e la partita sembrava comunque aperta. Ma è stata la safety-car finale a spiazzare la Mercedes che ha commesso un errore strategico non da poco nei confronti di Hamilton. Verstappen aveva montato le soft come Russell, il sette volte iridato è rimasto con le medie occupando la prima posizione. Dietro di lui, Verstappen e Russell, e quando la gara è ripartita, è stato impossibile per Hamilton resistere ai loro attacchi. E così, Verstappen ha ottenuto la 30esima vittoria in carriera, la decima nel 2022 ed ora ha 310 punti contro i 201 di Charles Leclerc e Sergio Perez. Imprendibile oramai con sette GP da disputare.

La Ferrari doveva essere la principale avversaria della Red Bull di Verstappen, ma le cose non sono andate come si sperava. Leclerc è stato sopraffatto dalle due Mercedes, poi nel finale è riuscito a prendersi la terza posizione su Hamilton, ma solo perché l'inglese aveva le Pirelli medie, come detto sopra. Un terzo posto finale per Leclerc che sa di amaro. E' andata peggio a Carlos Sainz: al primo pit-stop, è stato chiamato dentro all'ultimo momento e i meccanici non hanno avuto il tempo per recuperare le gomme da montargli: la posteriore sinistra è arrivata quando le altre erano già state inserite e Sainz ha perso 10 secondi rispetto al tempo abituale del pit-stop. Anche la seconda sosta non è andata bene per lo spagnolo: ripartito, ha dovuto evitare un meccanico McLaren che stava lavorando sulla vettura di Norris, ha quasi spento la vettura e nel frattempo ostacolato Fernando Alonso che stava arrivando. Inevitabile la penalità di 5" e così Sainz da quinto all'arrivo è scivolato ottavo.

Dunque, un'altra gara difficile per la Ferrari e speriamo che almeno nella prossima tappa di Monza di questo fine settimana, le cose cambino, anche se il Mondiale è ormai saldamente nelle mani di Verstappen. E per quanto riguarda la classifica costruttori, ormai vinta dalla Red Bull, la Ferrari che è seconda deve guardarsi dalla Mercedes che è a soli 30 punti. Tornando alla gara, quinta posizione per Perez con la seconda Red Bull, ma mai in partita per qualcosa di importante. Alonso ha concluso sesto con la Alpine-Renault resistendo agli attacchi finali di Norris con la McLaren-Mercedes. Nona l'altra Alpine di Esteban Ocon mentre l'ultimo punto è andato a Lance Stroll con la Aston Martin-Mercedes.

Domenica 4 settembre 2022, gara

1 - Max Verstappen (Red Bull-Honda) - 72 giri
2 - George Russell (Mercedes) - 4"071
3 - Charles Leclerc (Ferrari) - 10"929
4 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 13"015
5 - Sergio Perez (Red Bull-Honda) - 18"168
6 - Fernando Alonso (Alpine-Renault) - 18"754
7 - Lando Norris (McLaren-Mercedes) - 13"306
8 - Carlos Sainz (Ferrari) - 20"916 **
9 - Esteban Ocon (Alpine-Renault) - 21"117
10 - Lance Stroll (Aston Martin-Mercedes) - 22"459
11 - Pierre Gasly (Alpha Tauri-Honda) - 27"009
12 - Alexander Albon (Williams-Mercedes) - 30"390
13 - Mick Schumacher (Haas-Ferrari) - 32"995
14 - Sebastian Vettel (Aston Martin-Mercedes) - 36"007
15 - Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) - 36"869
16 - Guan Yu Zhou (Sauber Alfa Romeo-Ferrari) - 37"320
17 - Daniel Ricciardo (McLaren-Mercedes) - 37"764
18 - Nicholas Latifi (Williams-Mercedes) - 1 giro

Ritirati
Valtteri Bottas
Yuki Tsunoda

** Penalizzato di 5"

Il campionato piloti
1.Verstappen 310; 2.Leclerc, Perez 201; 4.Russell 188; 5.Sainz 175; 6.Hamilton 158; 7.Norris 82; 8.Ocon 66; 9.Alonso 59; 10. Bottas 46; 11.Magnussen 22; 12.Vettel 20; 13.Ricciardo 19; 14.Gasly 18; 15.Schumacher 12; 16.Tsunoda 11; 17.Zhou, Stroll 5; 19.Albon 4.

Il campionato costruttori
1.Red Bull-Honda 511; 2.Ferrari 376; 3.Mercedes 346; 4.Alpine-Renault 125; 5.McLaren-Mercedes 101; 6.Sauber Alfa Romeo-Ferrari 51; 7.Haas-Ferrari 34; 8.Alpha Tauri-Honda 29; 9.Aston Martin-Mercedes 25; 10.Williams-Mercedes 4.

La cronaca

Quindi la classifica finale vede Verstappen Russell Leclerc Hamilton Perez Alonso Norris Sainz Ocon e Stroll nella top 10. A seguire Gasly Albon Schumacher Vettel Magnussen Zhou Ricciardo Latifi

Vittoria di Verstappen che precede Russell Leclerc Hamilton e Sainz, ma penalizzato scivola ottavo

Ultimo giro - Verstappen si avvia verso la vittoria nel GP di casa

Perez non riesce a recuperare su Sainz ed ha vicinissimo Alonso e Norris

Duello Sainz-Perez, lo spagnolo alla curva 1 resiste e Perez va in ghiaia perdendo terreno

Niente da fare per Russell, il divario da Verstappen aumenta a 4"

Arriva la penalità per Sainz sulla ripartenza pericolosa dopo il secondo pit-stop: 5" da aggiungere al tempo di arrivo

66° giro - Verstappen risponde a Russell, 3"1 il divario. Leclerc è a 7" e precede Hamilton Sainz Perez Alonso Norris Ocon Stroll Gasly Albon Schumacher Vettel Magnussen Zhou Ricciardo Latifi

La gara è ora tra Verstappen e Russell, divisi da 3". Leclerc supera Hamilton che nulla può con le gomme medie

63° giro - Verstappen allunga mentre Russell attacca Hamilton e va secondo. Hamilton arrabbiatissimo per non avere le soft

Hamilton lamenta il fatto che il team non ha scelto di montargli le soft per difendersi da Verstappen

Verstappen vola con le soft e poca benzina, segna giri veloci ed ha 2" su Hamilton

60° giro - La gara riparte e Verstappen passa subito facile Hamilton mentre Russell si difende da Leclerc e Sainz supera duro Perez

59° giro - sempre con la SC in pista, Hamilton con gomme medie precede Verstappen con le soft. Sarà impossibile per il pilota Mercedes tenere dietro la Red Bull. Terzo è Russell con le soft, poi Leclerc con le soft e Perez con le medie. A seguire, tutti con le soft: Sainz Alonso Norris Ocon Stroll Gasly Albon Schumacher Vettel Magnussen Zhou Ricciardo Latifi

Anche la Ferrari opta per montare le soft a Sainz, ma nel ripartire ostacola Alonso

La Mercedes ne approfitta per montare gomme soft a Russell, ma così facendo permette a Verstappen di passargli davanti. Strana mossa

Per ripulire il rettifilo di arrivo fanno passare le monoposto dalla corsia box

Davanti sono allora le due Mercedes di Hamilton e Russell. Ai box Leclerc che monta le soft mentre Perez monta le medie

La Red Bull chiama Verstappen ai box per montare gomme soft

Con un ritardo incomprensibile, la direzione gara chiama la safety-car per recuperare la vettura di Bottas

54° giro - Si ferma Bottas alla fine del rettifilo di arrivo mentre Sainz supera Ocon proprio vicino alla Sauber e rischia una penalità

53° giro - Norris in battaglia con Alonso per l'ottava posizione

Non c'è dubbio che la VSC per le incomprensibili manovre di Tsunoda ha tarpato le ali alla Mercedes

51° giro - La gara riparte e Verstappen ha un vantaggio di 12"7 su Hamilton

La situazione sempre in VSC: Verstapppen Hamilton Russell Leclerc Perez Ocon Sainz Norris Alonso Stroll Gasly Albon Bottas Zhou Schumacher Magnussen Ricciardo Vettel Latifi

La mossa Mercedes stupisce, ma vediamo cosa accadrà

Verstappen monta gomma bianca, anche Hamilton e Russel ai box e montano gomme medie

Tsunoda crea la virtual safety car, ai box Norris Alonoso e anche Verstappen

Non si capisce cosa stia combinando Tsunoda che rientra ai box, gli allacciano le cinture che aveva tolto, poi entra in pista e si ferma nuovamente

46° giro - Verstappen leader con 14"2 su Hamilton

45° giro - Secondo pit-stop anche per Leclerc che riparte con le dure

Nel pit-stop Sainz ha montato gomma dura

Tsunoda uscito dai box dopo il pit-stop si ferma pensando di avere una gomma mal fissata, poi riparte e dai box gli dicono che è tutto ok

43° giro - Sainz ai box per il secondo pit-stop mentre Perez supera Norris per il quinto posto

43° giro - Ai box Tsunoda e Albon per il secondo pit-stop

42° giro - Hamilton sta recuperando forte su Leclerc, almeno 1" al giro

40° giro - Secondo pit-stop per Perez che va con le dure e rientra davanti ad Alonso

39° giro - Verstappen aumenta il vantaggio su Leclerc, 10"4 il divario

38° giro - Russell prende Perez e lo passa alla curva 1

In Mercedes credono di poter vincere la gara grazie alla mossa delle gomme dure, ma Hamilton ha perso tempo prezioso dietro a Perez

36° giro - Hamilton ci riprova e il sorpasso alla curva 1 su Perez gli riesce. Ma si trova poi Vettel appena uscito dai box che fa da tappo e Perez ha tentato di sorprendere l'inglese, ma senza successo

35° giro - Hamilton raggiunge e attacca Perez all'esterno di curva 1, ma il messicano resiste duramente e le due monoposto si sfiorano

Ai box anche Bottas e Magnussen per la seconda sosta

Il giro più veloce se lo prende ora Hamilton

34° giro - Secondo pit-stop per Schumacher che monta gomme dure

Bel sorpasso all'esterno di curva 1 di Bottas su Schumacher per il 13° posto

Le gomme dure sembrano funzionare perfettamente tanto che Russell ha segnato il giro più veloce

Verstappen conduce cn 7"8 su Leclerc, 15" Perez, 18"7 Hamilton, 25"5 Russell, 31"5 Sainz poi Norris Stroll Alonso Ocon Tsunoda Gasly in lotta con Zhou, Schumacher Bottas Albon Vettel Magnussen Ricciardo Latifi.

31° giro - Pit-stop per Russell che monta gomma dura

29° giro - Hamilton ai box per il primo pit-stop e monta gomme dure per arrivare fino al traguardo. I giri totali da completare sono 72

Hamilton ha un vantaggio di 2"1 su Verstappen mentre Russell è scivolato a 2"8 dalla Red Bull. Leclerc è quarto a 4"5 da Russell

28° giro - Secondo pit-stop per Ricciardo che monta gomma dura

27° giro - Verstappen prende la scia di Russell e lo passa al primo tentativo alla curva 1

25° giro - Verstappen è ormai nella scia di Russell, che prosegue come Hamilton con le medie fin dalla partenza

La Ferrari intanto ha comunicato di aver chiamato Sainz ai box all'ultimo momento e di conseguenza i meccanici si sono trovati in difficoltà nel prendere le gomme

22° giro  Hamilton conduce con 3"7 su Russell mentre Verstappen si avvicina alla Mercedes del britannico. Quarto Leclerc a 5"4 dall'olandese e con 7" di vantaggio su Perez. Sesto Sainz a 12" da Perez, dietro di lui Norris Stroll Alonso e Ocon, questa la top 10. A seguire Tsunoda Gasly Zhou Schumacher Bottas Albon Vettel Ricciardo Magnussen Latifi

21° giro - Pit per Albon, gomme medie

19° giro - Hamilton conduce la gara con 3"2 su Russell, entrambi sono partiti con gomme medie. Terzo a 8"6 c'è Verstappen con 5" di vantaggio su Leclerc. Quinto è Perez davanti a Sainz Albon Norris Stroll Alonso Ocon Tsunoda Gasly Zhou Schumacher Bottas Vettel Ricciardo Magnussen Latifi

18° giro - Pit per Verstappen che rientra in prima posizione davanti a Leclerc. Pit anche per Ocon, gomme dure per lui

17° giro - Pit per Leclerc, gomme medie per lui, ai box anche Norris che passa dalle medie alle dure

16° giro - Pit per Stroll e Bottas. Bel duello tra Schumacher e Vettel con il giovane tedesco che ha ragione del pilota Aston Martin per il 15° posto

15° giro - Hamilton è dunque terzo e con pista libera sta girando più veloce di Leclerc

In realtà il problema per Sainz era rappresentato dalla mancanza della gomma posteriore sinistra... Incredibile

14° giro - Pit per Sainz e Perez. Ma la sosta per Sainz è lunghissima per un problema alla ruota posteriore sinistra

13° giro - Pit per Schumacher Tsunoda e Latifi, gomme medie per tutti

12° giro - Pit per Alonso e Zhou. Lo spagnolo mette gomma dura, l'unico a farlo

11° giro - Pit per Gasly e Ricciardo intanto Alonso supera anche Tsunoda

Magnussen supera Latifi alla curva 1, ma va largo e il canadese lo ripassa. Poi, Magnussen ci riprova e mette a segno il sorpasso

Hamilton sembra più veloce di Sainz, ma non riesce a superarlo

9° giro - Alonso supera Gasly per il 12° posto, ai box Vettel che monta gomme medie

8° giro - Diventa di 1"5 il vantaggio di Verstappen su Leclerc, Sainz è a 6"

6° giro - Verstappen allunga a 1"2 il divario sulla Ferrari del monegasco, Sainz non ha quel passo e si trova a 4"5 dal leader con Hamilton alle spalle.

4° giro - Verstappen ha 8 decimi di vantaggio su Leclerc mentre Hamilton è attaccato a Sainz

Gran primo giro di Ocon che ha guadagnato diverse posizioni

Uscita di pista di Magnussen che urta leggermente le barriere ma riesce a tornare in pista

2° giro - Verstappen ha già 7 decimi di vantaggio su Leclerc e 1"3 su Sainz. Quarto è Hamilton davanti a Perez Norris che ha passato Russell al via, poi Stroll Ocon Schumacher Tsunoda Gasly Alonso Zhou Albon Ricciardo Vettel Bottas Latifi Magnussen

Partenza perfetta di Verstappen che precede Leclerc e Hamilton, tra i due un leggero contatto alla prima curva

Iniziato il giro di ricognizione tra ali di folla arancione

Con le gomme medie partono Hamilton Russell Norris Schumacher Albon e Magnussen. Tutti gli altri sono con le gomme soft

Cinque minuti al via del Gran Premo di Olanda. Verstappen sfoggia un casco con i colori che aveva il padre Jos quando correva in F1 nella metà degli anni Novanta

Come ha detto sabato il numero 1 di Liberty Media, Stefano Domenicali, la F1 del dopo Covid sta attraversando un periodo eccezionale per quanto riguarda l'affluenza del pubblico nei vari circuiti del Mondiale. Un interesse sempre maggiore, un coinvolgimento dei giovani come mai prima era accaduto negli ultimi anni.

E in Olanda, la terra di Max Verstappen, il calore dei tifosi è impressionante come lo sarà il prossimo weekend a Monza per il GP d'Italia. Dalla pole scatterà la Red Bull-Honda di Verstappen, ma subito dietro ci sono le due Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz che non vedono l'ora di sgambettare il campione del mondo e provare a vincere proprio davanti al suo pubblico.

Gp Olanda, super pole di Verstappen: secondo Leclerc a 21 millesimi, terzo Sainz

Le due F1-75 hanno velocemente cancellato la debacle di Spa e sul tracciato di Zandvoort hanno dimostrato di avere il passo della Red Bull. Ma attenzione anche a Lewis Hamilton, con una Mercedes che, come la Ferrari, in Olanda ha trovato il giusto passo e soltanto il testacoda in qualifica di Sergio Perez gli ha impedito di puntare al terzo tempo. Sarà battaglia, come sempre, su un circuito non facile con le sue curve ondulate e la "Parabolica" che porta sul rettilineo di arrivo che permetterà di prendere la scia dell'avversario davanti e tentare il sorpasso alla curva 1.

© RIPRODUZIONE RISERVATA