Nasce la nuova Ferrari:
​sarà su misura per Vettel e Leclerc

Lunedì 10 Febbraio 2020 di Claudio Russo
Una Ferrari tuttofare. E' questo l'obiettivo della Scuderia per il Mondiale 2020 di Formula 1. La nuova monoposto che verrà presentata domani a Reggio Emilia dovrà eliminare le carenze mostrate negli ultimi anni. Una vettura quindi adatta a ogni tipo di circuito, lento o veloce, competitiva sia in curva che in rettilineo e capace di usare al meglio le gomme in qualificazione e durante le gare. Inoltre, dovrà essere in grado di assoggettarsi allo stile di guida di entrambi i piloti. In modo che Vettel e Leclerc possano esprimersi al massimo della loro potenzialità. Il campione tedesco dovrà mettercela tutto per proseguire la sua carriera con Maranello dal 2021 con pochi altri sedili di livello a disposizione a meno che non trovi casa alla Mercedes nel per correre accanto allo scomodo Hamilton. La Ferrari comunque gli ha lasciato una porta aperta. Il monegasco ha il compito di confermare il talento espresso lo scorso anno. Per consentire a Seb e a Charles di sfidare gli avversari e di battersi alla pari, i tecnici diretti da Mattia Binotto hanno messo nel loro mirino una serie di bersagli sin dalla metà dello scorso anno, quando il progetto 671 (questo il numero che contrassegna l'auto) era entrato in fase esecutiva. In assenza di cambiamenti regolamentari radicali soprattutto sul piano aerodinamico, si è trattato di un lavoro certosino, anche sul minimo dettaglio. Ma questo non significa che la nuova Ferrari sia molto simile al modello precedente. Anzi, lo stesso Piero Ferrari, figlio del Costruttore modenese, nel corso di un recente dibattito ha dichiarato che «la macchina è stata completamente ridisegnata».
PIÙ AERODINAMICA
Uno dei problemi maggiori da affrontare è stato quello di aumentare il carico aerodinamico senza penalizzare troppo la velocità di punta. C'è da aspettarsi dunque degli sviluppi che partiranno non tanto dall'ala anteriore, quando dal corpo centrale dell'auto, del cofano motore fino a tutta la parte posteriore alettone compreso. Sul piano della meccanica sembra che la Squadra Corse abbia puntato molto sul disegno e i cinematismi delle sospensioni che saranno idrauliche con l'adozione di nuovi elementi. Per quanto riguarda la power unit, essendo congelate le norme tecniche, non ci saranno rivoluzioni. Mentre la Fia ha inasprito i controlli sul consumo di benzina (è stato imposto un doppio flussometro), anche la Ferrari come gli altri team si è impegnata a fondo su materiali, carburante e olio. Di conseguenza ci saranno novità sui metalli utilizzati per il 6 cilindri turbo, per stabilizzare la potenza intorno ai 1000 Cv, trovare affidabilità mancata lo scorso anno e ridurre, appunto, i consumi. Il riposizionamento dei radiatori nella parte alta della vettura dovrebbe portare a un disegno diverso della presa d'aria del motore. Molte illazioni sulla sigla che contraddistinguerà la nuova Ferrari, da F2020 a F1000 (perchè Maranello celebrerà la sua partecipazione n. 1000 nel Mondiale il 14 giugno in Canada).
DIRETTA TV
La presentazione ufficiale, in diretta tv su Sky, è prevista dalle 18,30 nel teatro Bernardo Valli di Reggio Emilia. Ma in precedenza i tifosi potranno incontrare Vettel e Leclerc, anche per una sessione di autografi, dalle 17,15 per mezz'ora in Piazza Martiri del 7 Luglio. La nuova Ferrari dovrebbe compiere i suoi primi giri nel circuito di Barcellona probabilmente 1l 18 febbraio, per un giorno dedicato agli sponsor che consente di percorrere 100 giri, il giorno prima quindi dell'inizio ufficiale dei test invernali. Ultimo aggiornamento: 15:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA