Salernitana, Ventura e l'entusiasmo:
«Mostrato dopo gli ultimi ko»

Venerdì 29 Novembre 2019 di Enrico Vitolo
Dimenticare le ultime sconfitte e ritrovare una vittoria che è arrivata solo una volta nelle ultime sette giornate di campionato, ma alla vigilia della gara con l’Ascoli in programma domani Gian Piero Ventura è comunque ottimista: “Perché? La squadra ha lavorato con entusiasmo in settimana, vuol dire che ha bypassato i ricordi vecchi e inizia ad assumersi responsabilità nuove. Ma nonostante questo non credo sia un momento particolare”. Intanto, però, l’infermeria è tornata ad affollarsi, sabato all’Arechi mancheranno Giannetti, Firenze e Jaroszynski: “Siamo tornati in emergenza per varie vicissitudini. Non ci siamo lamentati all’epoca, quando era enorme e non lo facciamo ora che è notevole. Chi va in campo è più o meno pronto a fare la partita. Cerchiamo di sfruttare la rosa che abbiamo”.
 
Torna, invece, a disposizione Cerci, mentre Billong è pronto per l’esordio stagionale: “Spero stia bene – dice subito Ventura -. Sarà il campo a dare risposte, avrebbe avuto bisogno di ancora un po’ di tempo ma dobbiamo fare i conti con la squalifica di Migliorini. La sua voglia di giocare, comunque, va a supplire quello che deve ancora incamerare a livello fisico”. In chiusura della conferenza stampa, poi, inevitabile un passaggio sul calciomercato che inizia davvero ad avvicinarsi: “Sono contento di quello che ho. Se deve arrivare un elemento tanto per integrare, non mi serve. Il primo giorno abbiamo detto che lavoravamo per costruire uno zoccolo duro, prendendo in corsa giocatori già arrivati, il discorso cadrebbe. La stragrande maggioranza dei giocatori che ho è adatta al mio credo, qualcuno invece si adatta. Non devo lamentarmi di nulla, ma è chiaro che se dovesse arrivare qualcuno che può migliorare, ben venga”. © RIPRODUZIONE RISERVATA