Castaldo e la Casertana,
primi passi verso il rinnovo

Domenica 23 Maggio 2021 di Domenico Marotta
Castaldo e la Casertana, primi passi verso il rinnovo

Castaldo-Casertana: primi passi verso il rinnovo. Nel tardo pomeriggio di venerdì Ernesto De Notaris, l'agente dell'attaccante, è stato avvistato sotto la sede del club rossoblù a San Nicola la Strada. Top secret i contenuti dell'incontro ma il summit conferma l'intenzione, da ambo le parti, di proseguire il matrimonio per almeno un altro anno.

Del resto, tanto il presidente D'Agostino quanto De Notaris, nelle scorse settimane avevano esternato la reciproca disponibilità a discutere del rinnovo contrattuale di Castaldo. Al momento si tratta solo dei primi approcci, ma sulla solida base di una volontà comune l'accordo si può trovare. Di certo, questo è chiaro anche al centravanti di Giugliano, non alle stesse cifre. Castaldo, al suo arrivo alla Casertana dall'Avellino, tre anni fa, percepiva un ingaggio principesco. Dopo la sfortunata prima stagione in rossoblù (per la squadra, non per lui che chiuse il campionato con 17 gol e 8 assist), il capitano acconsentì a ridursi l'ingaggio (come D'Angelo, Zito e Floro Flores del resto) ed un'altra limatura ci fu l'estate scorsa. L'ingaggio, però, è rimasto molto alto, secondo alcune fonti circa 160mila euro netti a stagione e su quelle cifre, vista l'età di Castaldo (l'anno prossimo compirà quarant'anni) ed il lungo infortunio di questa stagione, non si può più ragionare. L'opinione è comune ad entrambe le parti, ora bisogna discutere di cifre ma l'impressione è che la strada verso l'accordo sia in discesa. 

Di certo l'incontro avvenuto venerdì tra De Notaris e la Casertana, rappresentata probabilmente dal direttore generale Martone, conferma la volontà del club di muoversi con anticipo rispetto alla tradizione delle passate stagioni. Spesso il club si è prefissato l'obiettivo di arrivare in ritiro, a luglio, con la rosa pressoché completa. Nelle scorse stagioni quell'obiettivo è rimasto incompiuto, spesso la squadra è stata completata solo negli ultimi giorni di mercato e spessissimo (anche in questa stagione) si è pagato il gap con un avvio di campionato molto deludente in termini di punti. Un'inversione di tendenza è necessaria, soprattutto con in panchina un allenatore come Guidi che ha bisogno di un po' di tempo per far assimilare ai calciatori i suoi efficaci ma complicati meccanismi di gioco. E portarsi avanti con la conferma di molti che hanno giocato in rossoblù quest'anno e che già conoscono il sistema Guidi, sarebbe un vantaggio non da poco per la Casertana nel prossimo campionato. Ecco perché la società è già all'opera con Castaldo e, probabilmente, anche con qualcun altro dei tanti calciatori in scadenza di contratto, per ottenerne la riconferma.

Intanto, nei prossimi giorni è attesa la sottoscrizione del verbale della Conferenza dei servizi decisoria che ha espresso parere favorevole sul progetto esecutivo del Nuovo Pinto. Ieri, il sindaco Marino, intervenuto in una emittente web, ha confermato che entro la fine dell'estate comincerà la demolizione della Curva Nord. Nel frattempo però, a breve partiranno i lavori di realizzazione della nuova pista d'atletica che: «Sorgerà tra via Sant'Augusto e Via Falcone», ha confermato il sindaco. «Con il Circolo del tennis invece ha detto ancora Marino è in corso una interlocuzione sul luogo adatto per delocalizzare la struttura. Il primo che avevamo proposto non era utile per ragioni tecniche ma ha concluso il sindaco c'è grande collaborazione e sono sicuro che troveremo una sintesi». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA