Casertana, bentornato Corado:
una chanche per il centravanti argentino

Sabato 1 Febbraio 2020 di Domenico Marotta
La Casertana ha scelto Gaston Corado per sostituire Floro Flores e chiuso le operazioni di mercato con l'ingaggio in prestito dal Pescara di Simone Tascone. Il centravanti argentino torna in rossoblù dopo due stagioni e mezzo prive di soddisfazioni sportive e qualche infortunio di troppo. A conti fatti la sua miglior stagione in Italia l'ha giocata proprio con la maglia della Casertana, nel 2016-2017, quando realizzò dieci reti tra cui una splendida nel primo turno di playoff a Siracusa.
A quasi trentun anni (li compirà mercoledì prossimo) Corado si gioca l'ultima grande occasione italiana della sua carriera. Dopo aver lasciato i falchetti, infatti, l'attaccante ha giocato a Matera, Catanzaro e Francavilla senza mai riuscire a incidere. Violante lo ha scelto per rimpiazzare Floro Flores ma anche perché ha caratteristiche tecniche diverse da quelle degli altri attaccanti in rosa. Corado infatti è un centravanti di peso, bravo nel gioco aereo e nel contrasto fisico con i difensori avversari. Sarà difficile per lui togliere la maglia da titolare a uno tra Starita e Castaldo ma, se è in buone condizioni atletiche (non gioca da un po' con continuità) l'argentino tornerà certamente utile a Ginestra nelle rotazioni e magari nei minuti finali di quelle gare bloccate in cui è necessario giocare la palla lunga. E poi, chi sa che con un crossatore professionista come Zito in squadra, Corado non riesca a far sentire con efficacia la sua micidiale precisione nel colpo di testa. Di sicuro all'argentino non mancheranno le motivazioni così come non mancheranno a Simone Tascone.
Il centrocampista arriva a Caserta dopo una breve esperienza con la maglia del Catanzaro in questa stagione condita da 12 presenze e due reti. Ventidue anni ma già un'esperienza in B con la Ternana, il calciatore è di proprietà del Pescara ma in scadenza di contratto. La Casertana, se convinta dalle sue prestazioni, potrà tesserarlo a costo zero già a fine stagione. Probabilmente nello schieramento di Ginestra si collocherà nel ruolo di mezz'ala andando a completare il reparto di mediana con le sue doti di propensione offensiva con gli inserimenti da dietro. I falchetti escono indubbiamente rinforzati dalla sessione di mercato invernale.
Meglio nel pacchetto dei portieri con Cerofolini arrivato a contendere (finora con successo) il ruolo di titolare a Crispino e utile a rimpolpare il pacchetto degli under in ottica minutaggio. Migliorata la retroguardia con Petta che ha sostituito Gonzales. E, ieri, l'ingaggio di Tascone ha anche offerto una alternativa in più al centrocampo utile in prospettiva per il prossimo campionato visto che il giovane centrocampista napoletano potrà essere contrattualizzato dalla Casertana a titolo definitivo. Davanti Corado non potrà eguagliare la qualità di Floro Flores ma sarà utile per le sue doti fisiche. Violante, forse in controtendenza con quanto spesso dichiarato, ha sì chiuso due prestiti (però quello di Tascone può facilmente trasformarsi in titolo definitivo) ma ha anche coperto le lacune che la squadra aveva evidenziato in quest'avvio di stagione. E Ginestra, forte delle nuove alternative, può affrontare il finale di campionato con più serenità. A partire da domani quando a Caserta arriverà il Picerno (calcio d'inizio alle 15) per disputare uno scontro diretto da non perdere assolutamente. Anche se probabilmente, i nuovi calciatori non potranno giocare.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA