Turris-Caneo, è il momento del congedo:
«Verso nuovi progetti, grazie Torre»

Venerdì 27 Maggio 2022 di Raffaella Ascione
Turris-Caneo, è il momento del congedo: «Verso nuovi progetti, grazie Torre»

Si erano di fatto già separate le strade della Turris e di mister Caneo. Mancava soltanto l’annuncio ufficiale, arrivato in giornata: «Dopo attenta analisi e all’esito di un cordiale confronto tra le parti circa le rispettive vedute programmatiche, il rapporto di collaborazione con il tecnico Bruno Caneo non proseguirà nella stagione sportiva 2022-2023». Quindi il ringraziamento al tecnico («Nell’augurargli le migliori fortune ed un prosieguo di carriera consono alle proprie aspettative, la società tutta ringrazia mister Caneo per il lavoro svolto con dedizione e professionalità durante i 15 mesi trascorsi alla guida del club, caratterizzati da reciproche soddisfazioni e dalla condivisione di un cammino di crescita»), che ha – a sua volta – tenuto a congedarsi rivolgendo un accorato messaggio a società e piazza. «Con la proprietà interrompiamo il rapporto professionale, ma non quello di stima ed amicizia. Andiamo incontro, come nel calcio succede allo snodo di un ciclo, a nuovi progetti tecnici e nuovi stimoli. Resterò sempre riconoscente a chi mi ha dato fiducia, in primis al presidente Colantonio ed al direttore Primicile. Grazie, poi, a tutti i dirigenti e collaboratori che mi hanno accompagnato in quest’anno e mezzo. Grazie allo staff medico, alla segreteria, all’area comunicazione e marketing, ai magazzinieri e custodi, a tutte le attività che mi hanno fatto sentire a casa, dal bar dello stadio ai ristoranti e le strutture alberghiere che ho frequentato. Grazie ad allenatori e dirigenti del settore giovanile, con in testa il presidente Romano. Grazie alla stampa per il reciproco rispetto dei ruoli. Grazie ai tifosi che mi hanno supportato durante la crescita di squadra e personale. A Torre, insieme ad una dirigenza che mi ha messo in condizione di esprimermi, ho trovato un ambiente fertile e famelico di una proposta di calcio innovativa con cui la Turris è stata, poi, squadra ammirata da tutti. E un grazie a tutti i ragazzi-calciatori per la disponibilità e professionalità nel mettersi in gioco, sposando l’impulso di un progetto tecnico diverso. Grazie ancora e forza Turris!».

Formalizzata la separazione dal tecnico che ha – per la prima volta nella storia – condotto la Turris ai playoff, toccherà adesso piazzare il primo tassello del nuovo corso. È attesa a giorni l’ufficialità di Massimiliano Canzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA