Turris ko a Viterbo e fuori dalla Coppa:
tris al Rocchi, laziali agli ottavi

Mercoledì 15 Settembre 2021 di Raffaella Ascione
Turris ko a Viterbo e fuori dalla Coppa: tris al Rocchi, laziali agli ottavi

Si ferma a Viterbo il percorso in Coppa Italia della Turris. I corallini – che per l’occasione ricorrono a un imponente turnover – ne prendono tre al Rocchi: Viterbese sul (meritato) doppio vantaggio all’intervallo; Finardi riaccende le speranze coralline dopo nemmeno un minuto di gioco della ripresa, quindi il tris laziale che chiude i giochi.

Viterbese dunque agli ottavi, dove incontrerà l’Ancona Matelica, reduce dal blitz del Partenio contro l’Avellino.  

Ampio turnover per mister Caneo, che rinuncia agli indisponibili Franco e Nunziante, e lascia a riposo Giannone, Varutti e Ghislandi. Il tecnico corallino ridisegna dunque totalmente l’iniziale 3-4-3: tra i pali torna Abagnale; Di Nunzio, Zanoni e Loreto a comporre il terzetto difensivo; in mediana c’è Palmucci in coppia con Bordo, Iglio e Giofré sugli esterni; inedito il tridente, con Leonetti e Sartore a supporto di Longo. Sul fronte opposto, ampio turnover anche per mister Dal Canto: rispetto all’undici proposto nell’ultimo turno di campionato, confermati solo Martinelli, D'Ambrosio e Calcagni.

La gara si mantiene equilibrata fino alla mezz’ora, quando un’incertezza di Zanoni innesca Ricchi e propizia il vantaggio dei padroni di casa: Simonelli, pescato nel cuore dell’area, non deve far altro che depositare in rete. Due minuti e la Viterbese cala il bis grazie a un autogol di Longo, che – sugli sviluppi di un calcio dalla bandierina – va di testa nel tentativo di liberare ma trova una sfortunata deviazione che infila Abagnale. Il doppio vantaggio galvanizza la Viterbese, che sfiora il tris in almeno tre occasioni: due targate Capanni (che prima spreca da posizione favorevole e poi centra il palo), una Simonelli (che sfiora il montante con un velenoso tiro a giro).

Nella ripresa, subito tre cambi per mister Caneo: fuori Zanoni, Iglio e Palmucci, dentro Manzi, Esempio e Finardi. Nemmeno un minuto, e proprio il neo entrato Finardi accorcia le distanze su cross dalla destra di Manzi. La Turris prova a premere sull’acceleratore e ci prova prima con Sartore (Bisogno neutralizza coi pugni) e poi con Bordo (conclusione di poco sul fondo). Dal quarto d’ora Viterbese in dieci per il rosso a D’Ambrosio, che paga col secondo giallo un’entrataccia su Leonetti. La Turris prova a profittare della superiorità numerica e Caneo gioca la carta Santaniello, in campo al posto di Giofrè. È però la Viterbese a rendersi pericolosa, prima sfiorando il gol in ripartenza con Capanni (decisivo Abagnale in uscita) e poi centrando il tris con il neo entrato Murillo, a segno sugli sviluppi di un calcio dalla bandierina.

Divisori al Liguori – Prossima intanto alla soluzione, la questione - che già aveva tenuto banco alla vigilia della gara interna contro il Monopoli - relativa alla installazione dei divisori all’esterno dello stadio Liguori. Le barriere saranno infatti consegnate venerdì mattina e immediatamente installate – da personale del Comune – tra i settori Curva e Distinti, allo scopo di creare una zona cuscinetto per la separazione delle tifoserie (come da progetto approvato un paio di mesi fa dal Gruppo Operativo di Sicurezza). Si provvederà dunque in tempo utile per la gara di domenica contro il Picerno, come da sollecito del Commissariato pervenuto ai competenti uffici comunali una decina di giorni fa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA