Serie D, priorità ai recuperi:
il Savoia minaccia un’azione legale

Giovedì 5 Novembre 2020 di Raffaella Ascione

Il Savoia non ci sta e minaccia un’azione legale. Il club oplontino ha infatti mal digerito la decisione del Consiglio del Dipartimento Interregionale di sospendere il campionato (che riprenderà il 29 novembre, per i bianchi con il big match di Latina) per dare priorità – tra l’8 e il 22 novembre – ai recuperi di tutte le gare sinora rinviate.

La reazione è stata dunque immediata e decisa: «La società, preso atto della decisione della Lega, che danneggia chi ha sempre rispettato i protocolli sanitari così garantendo la regolarità delle partite in programma, agirà attraverso i suoi legali al fine di tutelare l’immagine ed il lavoro della proprietà, dei dirigenti, dello staff tecnico e dei suoi calciatori».

I toni sono insomma forti, in linea con quelli già utilizzati domenica – nel post partita del Giraud – dal patron Mazzamauro. Dopo il pari interno con l’Arzachena, il presidente oplontino aveva infatti auspicato l’adozione di un protocollo anche tra i dilettanti per garantire la regolarità del campionato («Sarebbe necessario monitorare ogni 15 giorni lo stato di salute delle squadre e verificare adeguatamente le positività comunicate. Perché io magari faccio dieci tamponi e dall’altra parte non ne fanno: a cosa servono i miei controlli? Così non va»).

Proseguono gli allenamenti – Nel frattempo, ha chiarito il club, proseguiranno regolarmente gli allenamenti della prima squadra agli ordini di mister Aronica. «Tutte le attività collaterali, gli accordi gli sponsor ed i piani di merchandising proseguiranno secondo il programma prestabilito, in ogni caso non appena sarà ripristinato il regolare svolgimento del campionato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA