Maradona, due anni fa la morte: concerti, mostre e live per non dimenticare

Tutto è pronto ai Quartieri Spagnoli per l'ennesimo pellegrinaggio

Claudia Mercurio volto del Mattino.tv
Claudia Mercurio volto del Mattino.tv
di Valentino Di Giacomo
Mercoledì 23 Novembre 2022, 07:00 - Ultimo agg. 24 Novembre, 09:30
4 Minuti di Lettura

Spettacoli teatrali, mostre e contest fotografici, concerti, libri, tornei di calcetto, dirette web. Napoli si prepara a ricordare Diego Armando Maradona nel secondo anniversario della sua definitiva ascesa al Cielo. Le celebrazioni per D10s cominceranno già oggi e si protrarranno fino al 25 novembre, che - come ogni data - è solo una convenzione, uno dei tanti giorni dell'anno in cui ricordare El Pibe de oro. In fondo, nella città più maradoniana del pianeta, con il ricordo del numero 10 per eccellenza, e quella sensazione di allegria mista a malinconia, ci si fa i conti ogni giorno. Tante le iniziative per celebrare Maradona, ognuno con il suo punto di vista, ognuno da una prospettiva diversa che poi si uniscono e si trasformano, nella città che più ha amato Diego, in un ricordo frutto di un amore collettivo. Un amore collettivo che sarà celebrato anche con uno speciale appuntamento sul sito del Mattino venerdì 25 a partire dalle 18 condotto da Claudia Mercurio e con tanti ospiti, a cominciare dal Pampa Sosa, l'ultimo ad aver indossato la numero 10 del Napoli in una gara ufficiale.

 

Tutto è pronto ai Quartieri Spagnoli, lì dove sorge l'ormai famosissimo murale di D10s, per accogliere le migliaia di persone che vorranno ricordare e pregare per Diego. A pochi passi, allo Scugnizzo Liberato di Montesanto, proprio nel giorno dell'anniversario è pronta per partire la Maradona Cup Junior, un torneo tra tre squadre tutte composte da bimbi dei quartieri di Napoli. «Voglio diventare l'idolo dei ragazzi poveri di Napoli», disse Diego appena arrivato in città. Quasi come se l'amore per Maradona fosse stato tramandato attraverso la genetica, oggi anche i bimbi che mai l'hanno visto lo amano e lo celebrano. Tra gli animatori del torneo Giovanni Improta, il titolare della pizzeria Al 22 che ha avviato una raccolta fondi per la squadra del quartiere, lo Spartak San Gennaro. A Varcaturo, al ristorante La Cascina Verde, Gennaro Montuori (l'ex capotifoso conosciuto come Palummella) sarà con Corrado Ferlaino e l'ex direttore sportivo Gigi Pavarese per premiare Bruno Giordano e Salvatore Bagni, campioni dell'87, con le sculture di Domenico Sepe. 

Video

Così come avvenuto in vita per Diego, il sacro si mischia al profano nella Chiesa Anglicana di Chiaia, dove stasera sarà messo in scena il commovente Sine Diez, «musica per piedi innamorati», il reading sul testo del giornalista Stefano Valanzuolo con musiche arrangiate per trio jazz da Enrico Valanzuolo. Sempre sulle note delle emozioni è lo spettacolo dell'attore Patrizio Rispo, insieme al cantante argentino Diego Moreno, dal titolo Il tango di Dieguito. El D10s de la pelota, che sarà messo in scena al Trianon venerdì sera. «Ci saranno tanti ricordi inediti di Diego - racconta Rispo - ma vogliamo ricordare il nostro Dio del calcio con l'allegria di averlo visto e conosciuto». Sabato 26 è il turno del fotografo Sergio Siano: una gloriosa carriera partita proprio nel periodo in cui Diego giocava in maglia azzurra. Il fotoreporter del Mattino esporrà, negli spazi del Flanagan's Rooms di via Morghen, anche una foto inedita, mai pubblicata del Pibe de oro. Oggi alle 18, alla Basilica della Pietrasanta, ci sarà invece la presentazione del romanzo-tributo per Diego di Loris Caruso, In campo la vita sparisce alla presenza dello scrittore dal cuore azzurro, Maurizio de Giovanni. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA