A Bologna presentato
il «Napoli Club Giancarlo Siani»

Sabato 4 Settembre 2021 di Pino Taormina
A Bologna presentato il «Napoli Club Giancarlo Siani»

Momenti di autentica commozione a Bologna quando Maurizio Criscitelli, il presidente del Napoli club del capolouogo emiliano ha scoperto la targa dedicata a Giancarlo Siani, il giovane cronista del Mattino ucciso dalla camorra. Criscitelli e i soci del Napoli Club Bologna, hanno voluto dedicare la nuova sede proprio al giornalista. E alla cerimonia, che si è tenuta ieri pomeriggio ha preso parte il fratello Paolo che ha mostrato le pagine del Mattino del 30 settembre 1985 (il giorno prima era stato ricordato Giancarlo al San Paolo durante Napoli-Roma).

Tra gli ospiti, tra gli altri, Sandro Ruotolo, Gaetano Quagliariello, Matteo Lepore, Roberto Morgantini. «È stato un gesto che abbiamo nel cuore quello di dedicare il nostro Napoli Club a Giancarlo - dice il presidente Criscitelli - sappiamo attraverso i racconti del fratello Paolo che era un grande tifoso del Napoli, un grande appassionato come lo siamo noi. Ed è un onore per noi che il fratello abbia accolto il nostro invito».

Paolo Siani è commosso: «Andavamo sempre insieme allo stadio, i primi anni di Maradona non ci siamo mai perso una partita, anche in trasferta. Eravamo tra i primi ad arrivare al San Paolo e ce ne andavamo sempre tra gli ultimi».

Tra i ricordi di Paolo quelli di quando Giancarlo era allenatore di volley. "Aveva un grande senso dello sport. Una volta un suo giocatore esultò fuori misura, in maniera esagerata dopo un punto che aveva conquistato. Lui non lo accettò e lo sostituì anche se era tra i migliori in campo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA