Napoli, quanto vale l'Euroleague?
Ecco quanto guadagnano gli azzurri

Giovedì 25 Febbraio 2021
Napoli, quanto vale l'Euroleague? Ecco quanto guadagnano gli azzurri

L’Europa League non è la Champions League. E questo concetto ripetuto più volte rischia di pesare ancora di più nell’anno post-pandemia più complicato di sempre. Pesa soprattutto per i club che l’Europa League la giocano dallo scorso settembre: una competizione lunga - si è ancora ai sedicesimi di finale questa sera -, logisticamente complicata e soprattutto incapace di regalare a chi la gioca la possibilità di un recupero fisico vero e proprio, con le partite al giovedì.

LEGGI ANCHE Napoli, l'agente di Carlos Neva: «Sarebbe bello giocare in azzurro»

Il Napoli lo sa bene, lo sa bene Gennaro Gattuso che dallo scorso dicembre lancia i suoi in campo ogni tre giorni. Colpa anche dell’Europa League, quella conquistata grazie alla Coppa Italia vinta a giugno: se gli azzurri dovessero passare il turno, si giocherebbe ogni tre giorni anche per tutto il mese di marzo (gli ottavi sono previsti per 11 e 18 marzo), fino alla sosta dei campionati prevista dopo il 21 marzo prossimo.

LEGGI ANCHE Granada, Martinez frena i suoi: «La qualificazione è ancora aperta»

Fin qui il Napoli ha guadagnato da questa Europa League 9,7 milioni di euro (più il ricavato del market pool che non è ancora calcolabile ma è comunque in calo rispetto a quanto visto lo scorso anno): 2,9 milioni per la partecipazione, 3,2 milioni per il ranking storico, 570mila euro per ogni vittoria e 190mila per ogni pareggio. In più, un bonus da 1 milione per il primo posto del girone e altri 500mila euro per il passaggio ai sedicesimi. In caso di qualificazione stasera, il Napoli guadagnerebbe un altro milione di euro (poi 1,5 per il passaggio ai Quarti e 2,5 per le semifinali). Cifre ben lontana da quelle arrivate nella passata stagione, quando gli azzurri eliminati agli ottavi dal Barcellona avevano messo in cassa ben oltre 50 milioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA