Napoli, il web promuove Osimhen:
«Ha risvegliato un bel mortorio»

Domenica 20 Settembre 2020 di Delia Paciello
Si riparte con una piccola parvenza di vecchia normalità al Tardini, che ospita qualche spettatore nel rispetto delle norme anticovid. E tornano le emozioni per i tifosi azzurri, che vedono un bell’inizio con il 2-0 del Napoli sul Parma. «I primi tre punti», esultano i napoletani. All’inizio un po’ di sbuffi, una gara lenta: «Più efficace di un sonnifero»; «Marò, ricominciamo così?» scriveva infatti qualcuno. Poi Osimhen scatenato in campo al 62’ ha cambiato un po’ le cose, con le sue accelerazioni e la sua grinta, e il suo assist porta al gol di Mertens. «Che coppia, grandi ragazzi»; «Osimhen fenomeno, con Ciro poi è il massimo»; «Finalmente, ci voleva Victor per irrompere nell’aria avversaria»; «Fumata bianca: abemus attaccantem».
 
 

Ma l’attacco non si è fermato, perché Lozano, fra i migliori in campo, ha poi servito un’altra bella palla per il capitano Insigne. E gli azzurri raddoppiano. «Chucky, rimangio tutte le parolacce che ti ho detto da inizio gara», «Fiero di essere napoletano, grande Lorenzo», si scatenano i tifosi. Merito anche di Gattuso per molti: «Ha fatto il cambio giusto, ha capito, ha cambiato modulo. Bravo Ringhio»; «Mister, finalmente!»

Qualcuno guarda dunque soddisfatto il risultato, e finalmente vede luce in attacco:«L’anno scorso troppi mal di pancia e pochi gol, via Milik, non ci meritava. Vogliamo giovani che sudino la maglia»; «Continuiamo così, Osimhen l’attaccante che mancava». Altri guardano al mercato: «Se resta Koulibaly stiamo bene, anche se un buon centrocampista non ci farebbe male».
 
 

E poi l’occhio anche su Ospina, ancora in campo al posto di Meret: «Anche oggi un portiere con la P maiuscola», commenta qualche napoletano. Insomma un buon risultato in un lunch match strano di una stagione piena di punti interrogativi per quanto riguarda il tifo dagli spalti e il calore che può dare. E in una domenica di votazioni molti si chiedono cosa il governo deciderà a riguardo. Qualcuno comincia quasi ad abituarsi al silenzio, il Covid ha cambiato tante cose. Ma i tifosi, quel caldo tifo napoletano facevano davvero la differenza e tante volte si faceva sentire persino in trasferta. La prossima sarà al San Paolo, Napoli aspetta. I tifosi quest’anno sognano un riscatto, un’annata diversa dalla precedente, e molti ancor se la prendono con Ancelotti per la classifica appena chiusa. Ma c’è una nuova storia da scrivere, e la prima pagina promette bene. Buona la prima! © RIPRODUZIONE RISERVATA