Prete apre dibattito choc, per la Chiesa è moralmente più grave l'aborto che non l'abuso su un bambino

Martedì 11 Febbraio 2020 di Franca Giansoldati

Città del Vaticano - Dal punto di vista morale è molto più grave l'aborto che non la violenza su un bambino. «La pedofilia non uccide nessuno». La frase choc così come il paragone arriva da un prete americano che, con questo intervento, parlando in generale, ha aperto un dibattito e sollevato un autentico putiferio negli Stati Uniti. A raccogliere queste parole è stato il giornale cattolico Crux che ha raccontato che il prete in questione, padre Richard Bucci, di Rhode Island, recentemente aveva negato la comunione ad alcuni politici locali per le loro posizioni apertamente abortiste. Così da religioso pro-life ha affrontato il tema sviluppandolo su un altro piano, quello degli abusi. 

«Non stiamo parlando di altre questioni morali e alcuni potrebbero fare un paragone tra pedofilia e aborto. La pedofilia non uccide nessuno. Io posso solo ripetere cosa insegna la Chiesa e il diritto Canonico e il Catechismo della Chiesa universale. Non so cosa altra evidenza dovrei presentare»

L'anno scorso Papa Francesco nella lettera apostolica Vos estis lux mundi ha affermato che «i crimini di abuso sessuale offendono Nostro Signore, causano danni fisici, psicologici e spirituali alle vittime e ledono la comunità dei fedeli». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA