Bracconiere scoperto con 55 corna di rinoceronte. Condannato in Vietnam a 14 anni di prigione

Giovedì 9 Dicembre 2021 di Remo Sabatini
Un rinoceronte selvaggio (immag repertorio Remo Sabatini)

La regione africana dalla quale era iniziato il macabro viaggio non è ancora chiara. Quel che è certo è che le 55 corna di rinoceronte trafugate erano transitate per gli Emirati Arabi Uniti prima di giungere in Vietnam, dove sono state finalmente intercettate. Il provvidenziale intervento degli agenti della dogana e della polizia di Hanoi era sopraggiunto grazie alle indagini seguite alle false dichiarazioni di un 36enne, tale Do Minh Toan, successivamente incriminato. Fatti che, risalenti al luglio del 2019, sono tornati sulle prime pagine locali e non, dopo l'esito del processo che, celebrato in questi giorni, ha significato la condanna record del Toan a 14 anni di reclusione. L'uomo infatti, è stato riconosciuto colpevole di commercio e traffico di corna di rinoceronte, crimine per il quale il codice penale Vietnamita prevede la pena massima di 15 anni.

Sparò e uccise un lupo, incastrato bracconiere

«Questa condanna è un caso emblematico di come anche le sentenze, siano divenute più severe in Vietnam» ha commentato un portavoce di Education for Nature (ENV) l'organizzazione non governativa che, prima in quel Paese, dal 2000 si occupa di contrasto al traffico di fauna selvatica. «Una pena esemplare mai inflitta prima che rappresenta una svolta importante contro chi continua a trafficare animali che rischiano l'estinzione». La Corte di Hanoi, dopo la condanna, ha deciso per la distruzione immediata degli oltre 126 chilogrammi di corna per evitare che possano finire nelle mani del mercato nero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA