Musei aperti di sera, boom di visite
al Teatro Romano e al Sannio Caudino

Lunedì 16 Maggio 2022 di Lucia Lamarque
Musei aperti di sera, boom di visite al Teatro Romano e al Sannio Caudino

Boom di presenze per la «Notte europea dei musei». I due istituti culturali statali presenti nel Sannio, il Teatro Romano di Benevento e il Museo archeologico del Sannio caudino di Montesarchio hanno fatto registrare numeri considerevoli di visitatori. La «Notte dei Musei» che ha visto il prolungamento dell'orario di apertura dei musei e delle aree archeologiche statali fino alle 22 al costo minimo di un euro, ha fatto registrare la presenza di numerosi visitatori grazie anche alle manifestazioni che hanno ospitato. Il Teatro Romano sabato ha segnato, a partire dalle 19,30, la presenza di 565 visitatori. Non solo il desiderio di conoscere uno dei monumenti simbolo del capoluogo al calar della sera ma anche la curiosità di prendere parte alla serata conclusiva dell'ottava edizione del Festival filosofico del Sannio.

Tanti gli spettatori che hanno seguito la cerimonia di premiazione degli studenti che hanno vinto il concorso, promosso dall'associazione culturale filosofica «Stregati da Sophia» «Io filosofo» e che hanno assistito allo spettacolo «Humankind», un mix di filosofia, danza e musica che ha dimostrato come sia possibile veicolare i concetti filosofici attraverso diverse forme artistiche. Voce narrante dello spettacolo il filosofo Giovanni Casertano, che ha proposto una sintesi della lectio magisttralis da lui svolta per il Festival filosofico del Sannio. Complice la calda serata, anche a spettacolo iniziato, c'è stato un flusso continuo di visitatori che sono rimasti incantati dalla bellezza e dalla maestosità del «catino» beneventano.

Anche a Montesarchio il Museo archeologico del Sannio Caudino, grazie alla proposta variegata messa in atto dal direttore Vincenzo Zuccaro, ha fatto registrare la presenza di 116 persone che hanno partecipato alla manifestazione organizzata per la «Notte europea dei musei». Anche in questo caso un' offerta variegata: cultura abbinata alla passeggiata storica, alla musica e alla degustazione di ottimo vino di produzione locale. La serata è iniziata con una piacevole passeggiata nel centro storico caudino per poi dirigersi verso il castello che ospita il museo. I visitatori sono stati accompagnati melle sale espositive con visite guidate, susseguitesi dalle 19 fino alle 22, e al termine del tour si è svolta la degustazione di vini del territorio con un piacevole sottofondo musicale. «Tra quanti hanno risposto positivamente alla nostra iniziativa - sottolinea Zuccaro - ho notato con piacere la presenza di tanti giovani decisamente interessati ad avvicinarsi al mondo della cultura anche in modo più originale».

Il direttore, che sta rilanciando il Museo archeologico con nuove e particolari iniziative come «Le stories di Caudium» con la presentazione mensile di vasi provenienti dai depositi del museo e mai esposti, ha in progetto l'organizzazione di pomeriggi musicali nel cortile del museo dedicati in particolare ai giovani. E, sempre parlando di giovani, c'è da dire che sabato intorno alle 22, ora di chiusura dei musei dopo il prolungamento previsto per la speciale notte dedicata ai visitatori, alcuni gruppi di giovani hanno chiesto di poter entrare al museo, richiesta respinta non potendo ritardare la chiusura dell'istituto culturale. Il weekend ha fatto anche registrare un incremento di visitatori a Benevento con gruppi di turisti che hanno percorso il centro cittadino. Dopo la visita al Museo del Sannio e al complesso di Santa Sofia, dirigendosi verso l'Arco di Traiano, i turisti si sono soffermati lungo corso Garibaldi incuriositi e attratti dalle accattivanti proposte di «Gusto Italia in tour».

Ultimo aggiornamento: 20:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA