Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Smantellato sistema appalti dei Casalesi,
Rfi sospende i dipendenti coinvolti

Martedì 3 Maggio 2022
Smantellato sistema appalti dei Casalesi, Rfi sospende i dipendenti coinvolti

«In relazione all’indagine della Procura della Repubblica di Napoli sull’interesse di alcuni clan per gli appalti ferroviari, Rete Ferroviaria Italiana ha sospeso in via cautelare i dipendenti coinvolti che risultano ad oggi ancora in organico. Altri quattro ex dipendenti, raggiunti da provvedimenti restrittivi della Procura, e già in passato oggetto di indagine della stessa Procura, sono stati licenziati e non sono più in organico». Lo rende noto Rfi in relazione alle indagini sui presunti appalti truccati all'ombra della Rete Ferroviaria che oggi ha portato a 35 arresti tra cui quelli degli imprenditori Nicola e Vincenzo Schiavone, compaesani e omonimi dei boss dei casalesi. L'indagine Dda di Napoli è dei pm Antonello Ardituro e Graziella Arlomede.  

«La Società, che si ritiene parte lesa - fanno sapere da Rfi - nel confermare la propria fiducia nell’operato degli inquirenti, ai quali ha offerto nel corso delle indagini la più ampia collaborazione, si è attivata al fine di acquisire le notizie necessarie per valutare le più opportune azioni da adottare a propria tutela anche nei confronti delle imprese coinvolte. RFI ha avviato da tempo un lavoro per rafforzare le azioni contro i tentativi di infiltrazione criminale negli appalti e per individuare soluzioni a contrasto ancora più efficienti e tempestive».

Ultimo aggiornamento: 23:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA