Sosta selvaggia a Caserta:
114 multe in poche ore

Mercoledì 3 Febbraio 2021 di Emanuele Tirelli
Sosta selvaggia a Caserta: 114 multe in poche ore

Liberi tutti. Quantomeno di parcheggiare a piacimento. Questa è stata la sensazione. Il desiderio di uscire di casa, di passeggiare, di poterlo fare con il clima meno avverso, ha spinto molte persone in strada lo scorso fine settimana. Non è un periodo facile. La pandemia dura da quasi un anno e gli ultimi due mesi sono stati caratterizzati da piogge frequenti. E poi i negozi con i saldi, le misure restrittive allentate. Una concomitanza di fattori che sabato scorso ha indotto tante persone a godere dell’aria aperta. Il problema è che più di qualcuno lo ha fatto riversandosi nel centro di Caserta alla guida della propria auto e parcheggiando dove non avrebbe dovuto. Così la polizia municipale ha sanzionato 114 veicoli su corso Trieste, piazza Vanvitelli, via Roma, via San Giovanni e via Leonetti. Scavalcando pure il rispetto delle regole, sarebbe convenuto molto di più pagare il «grattino».

«Le prime segnalazioni sono arrivate verso le 18», riferisce il comandante Luigi De Simone. «E per un paio d’ore c’è stata la concomitanza degli agenti di due turni: quello che stava per terminare e quello appena iniziato. Il numero più elevato a disposizione ci ha permesso di fare fronte all’esigenza del momento. Siamo rimasti sul posto per molto tempo. D’altronde, 114 sanzioni non si rilevano mica in dieci minuti. E sappiamo bene che, quando qualcuno parcheggia in divieto per andare nel negozio di fronte, si affaccia sempre per dare uno sguardo; o comunque viene allertato facilmente della nostra presenza e si affretta a rimuovere il veicolo. Il numero elevato di multe testimonia invece che queste persone non hanno parcheggiato per un servizio rapido, ma hanno lasciato l’auto lì e sono andate in giro. Avrebbero commesso comunque un’infrazione al codice stradale, però l’allontanamento dimostra un’ulteriore noncuranza delle norme e del vivere civile». 

Era da un po’ che non veniva rilevato un numero così alto di contravvenzioni. «C’è stato il lockdown, poi la divisione per zone con l’impossibilità di uscire o di varcare i confini comunali. E c’è il coprifuoco alle 22. Sabato scorso, invece, ci siamo ritrovati con una presenza massiccia di persone e con il mancato rispetto del Codice della strada. Per il prossimo fine settimana è prevista la ripresa della ztl su corso Trieste con i soliti orari dopo l’allentamento per il Covid. Questo comporterà automaticamente una riduzione del flusso delle auto, riducendolo solo a quelle che hanno il permesso di transito. Dovrebbe quindi diminuire pure il numero delle soste indiscriminate. Almeno in quell’area», continua De Simone. «Continueremo a fare attenzione, anche in tutte le altre strade, soprattutto limitrofe, che potrebbero essere prese d’assalto per il parcheggio selvaggio». 

Video

Sempre nella giornata di sabato, ma di mattina, i vigili urbani hanno sequestrato anche capi di abbigliamento e accessori esposti per la vendita e abbandonati. La zona è quella dell’area mercatale di via Ruta, dove c’è sempre una pattuglia. «Non capita quasi mai perché sanno della nostra presenza. Forse, in questo periodo di Covid, qualcuno con l’acqua alla gola ha voluto rischiare e poi si è dato alla fuga tra la folla appena ci ha visti». Il Comune fa sapere inoltre del deferimento all’autorità giudiziaria di un 24enne di nazionalità ucraina. L’uomo, a bordo di una Ford Fiesta con targa straniera, ha danneggiato tre auto in sosta in via Montale. È stato trovato con un tasso alcolemico di quattro volte superiore al limite consentito. 

Ultimo aggiornamento: 09:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA