Rifiuti ad Aversa, la promessa del sindaco:
«15 giorni e si torna alla normalità»

Martedì 17 Novembre 2020 di Livia Fattore

Sembrava una missione impossibile. E invece, la mission è riuscita. Da ieri mattina, autocompattatori, camion raccoglitori, spazzatrici con lava marciapiedi nuovi di zecca con il logo della Tekra (la nuova ditta che si è aggiudicato la gara per il servizio di igiene urbana per i prossimi cinque anni in città a poco meno di trentacinque milioni di euro) sono scesi in strada sotto l'occhio vigile dell'assessora all'ambiente Elena Caterino. Lei che, in questi ultimi giorni, è stata costantemente presente tra il vecchio cantiere della Senesi e quello nuovo della Tekra.

Sempre lei, la Caterino, è stata bersaglio di tanti cittadini che hanno lamentato la presenza in strada di rifiuti non ritirati anche da oltre una settimana a causa degli ennesimi disservizi dovuti anche alle agitazioni del personale per motivi legati proprio al passaggio di cantiere e al contagio da Covid 19. «Abbiamo lavorato tutto il giorno afferma l'esponente dell'esecutivo di centrosinistra guidato dal sindaco Alfonso Golia - e siamo riusciti a servire gran parte della città (che presentava decine e decine di cumuli di sacchetti a macchia di leopardo, ndr). Domani (oggi per chi legge, ndr) sarà eseguito un altro intervento straordinario per completare le zone che sono rimaste scoperte».

LEGGI ANCHE Maltempo a Napoli, il fango sommerge Marano 

«Stiamo vivendo - continua l'esponente del Partito Democratico - un periodo particolare con il passaggio di cantiere che si è concluso positivamente. La nuova ditta, però, ha bisogno di 15 giorni per organizzare il cantiere e pertanto il servizio sarà effettuato ancora dalla Senesi». «Le criticità registrate negli ultimi giorni spiega Caterino - sono dovute non solo alle difficoltà organizzative della ditta ma anche alle assenze per malattia registrate negli ultimi giorni e all'emergenza Covid con più di 500 casi da servire con il servizio porta a porta con una specifica procedura che abbiamo messo in atto a tutela dei cittadini».

Video

Euforico il sindaco Golia che afferma: «Abbiamo innestato un'altra marcia grazie al passaggio di cantiere. In tutto saranno necessari tre giorni per smaltire il vecchio, i rifiuti abbandonati in strada e non raccolti. Seguirà lo spazzamento delle strade con il lavaggio dei marciapiedi; in arrivo, inoltre, cestini gettacarte. Nel giro di 60 giorni, poi, i nuclei familiari e le grandi utenze riceveranno i nuovi contenitori». Subito dopo non si risparmia una battuta: «Tutto sommato ce la siamo cavata egregiamente, nonostante l'immobilismo e il dilettantismo di cui ci tacciano continuamente». «Abbiamo ottenuto riprende Caterino - un risultato epocale con la partenza del nuovo servizio, con la comunicazione, con le isole ecologiche». Per la cronaca, l'isola ecologica di via Perugia sarà chiusa per sempre perché ubicata in una zona residenziale e a ridosso degli ambulatori sanitari dell'Asl mentre partiranno a breve i lavori di ammodernamento di quella di via dei Cappuccini. In questa fase, quindi, il ritiro degli ingombranti sarà effettuato con un nuovo servizio porta a porta per il quale sarà possibile prenotare il ritiro attraverso il numero 800193750 (da utenza fissa) oppure 081/18529552 (da utenza mobile) oppure scaricando l'app gratuita Smartrash.

Ultimo aggiornamento: 20:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA