Baba Vanga, le profezie choc del 2023: «Esploderà una centrale nucleare». Ecco le sue previsioni

L'anziana veggente dei Balcani ha previsto lo spostamento dell'asse terrestre, una tempesta solare, il blocco delle nascite, la sperimentazione di armi batteriologiche e una tragedia nucleare

Baba Vanga, le profezie choc del 2023: «Esploderà una centrale nucleare»
Baba Vanga, le profezie choc del 2023: «Esploderà una centrale nucleare»
Martedì 20 Settembre 2022, 11:48 - Ultimo agg. 21 Settembre, 17:28
4 Minuti di Lettura

Baba Vanga, la veggente che ha previsto momenti storici come il crollo delle torri gemelle, si è espressa per diversi anni, tra cui anche per il 2023. La nota anziana dei Balcani, considerata al pari di Nostradamus, prima di morire ha lasciato diverse profezie per gli anni a venire. La donna, di origini macedoni, è scomparsa 26 anni fa all'età di 84 anni. Rimase cieca, per sua ammissione, dopo essere stata risucchiata da un tornado e con la perdita della vista ha sviluppato doti da veggente diventando una leggenda.

Uccide il figlioletto di 3 anni, poi si suicida. L'ultimo messaggio choc alla moglie

Per il 2023 Baba Vanga ha fatto 5 previsioni importanti. Restano sempre da interpretare, ma pare che alcune di queste nel corso del passato si siano avverate, come le torri gemelle, lo tsunami solare e pare che abbia previsto anche l'epidemia di Covid. Ma cosa potrebbe accadere secondo l'anziana macedone il prossimo anno?

L'orbita della terra potrebbe cambiare, non è chiaro a cosa si riferisca il cambiamento, ma se si interferisse con l'orbita terrestre le conseguenze potrebbero essere gravissime, portando un aumento delle temperature sempre più importante che scioglierebbe i ghiacci e causerebbe un caos totale. 
 


Un'altra previsione spesso attribuita a Vanga è una tempesta solare di dimensioni mai viste prima. Le tempeste solari sono esplosioni di energia del sole che inviano cariche elettriche, campi magnetici e radiazioni verso la Terra. Possono essere potenti quanto miliardi di bombe nucleari. Una tempesta simile potrebbe portare a blackout di massa e problemi di comunicazione.

Malore e dolori allo stomaco mentre è in vacanza con la moglie, Daniel rischia di morire

 

Baba Vanga potrebbe aver profetizzato la sperimentazione di un grande Paese per le armi batteriologiche. Secondo la veggente potrebbe essere messa a punto una simile arma a scapito di decine di persone che morirebbero nei test. La Convenzione sulle armi biologiche delle Nazioni Unite vieta di fatto tali esperimenti. E vieta anche lo stoccaggio di virus e batteri pericolosi. Tuttavia, si teme che alcuni paesi come la Cina gestiscano divisioni oscure di armi biologiche.

La veggente ha parlato anche di un'imminente esplosione di una centrale nucleare. In passato si pensa che abbia predetto la catastrofe di Chernobyl. Ma questa profezia potrebbe essere più preoccupante poiché ci sono veri timori di un disastro in Ucraina visto che la Russia sta occupando la centrale nucleare di Zaporizhzhya (ZNPP) mentre la guerra non si ferma. L'ultima affermazione attribuita a Vanga è stata che nel 2023 le nascite potrebbero essere vietate e tutte le persone saranno cresciute in un laboratorio. Si tratta di una previsione decisamente poco probabile, ma la Vanga credeva che i leader mondiali avrebbero deciso che tipo di persone mettere al mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA