Di Maio ricasca sul congiuntivo: «Noi volessimo fare...»

ARTICOLI CORRELATI
52
  • 3289
«Io da sempre ho detto che il movimento ha sempre detto che noi volessimo fare un referendum...». Luigi Di Maio ricasca sul congiuntivo. Intervistato dalla tv Primo Canale sulla posizione ondivaga del Movimento 5 stelle sull'euro, il leader grillino incespica nella risposta. 
 
Giovedì 11 Gennaio 2018, 12:53 - Ultimo aggiornamento: 12 Gennaio, 17:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 52 commenti presenti
2018-01-11 20:04:19
la differenza tra noi e lui è che noi non siamo candidati alla presidenza del consiglio lui SI!
2018-01-11 20:43:34
sient famm o´favor nun te chiammá cchiú partenopeo, ka fai pen!
2018-01-11 22:52:01
Quindi uno deve fare delle prove prima di candidarsi per capire se riesce a parlare senza commettere errori davanti ad un microfono? E dai.
2018-01-12 09:30:38
Infatti, meglio saper parlare benissimo l'italiano e fregarsene altamente dell'italia e degli italiani, vero partenopeo?
2018-01-12 09:55:07
Quindi è obbligo per chi si candida a premier che non debba incepparsi davanti ad una telecamera quando viene intervistato. Vale anche per i parlamentari in genere? Sai perchè ce ne sono parecchi che non sanno proprio parlare in italiano corretto. Mai successo a scuola che anche se ben preparato sulla lezione una volta davanti al professore si fa scena muta o si balbetta per una questione caratteriale? A prescindere dal soggetto in questione, perchè non si valutano le capacità di una persona invece di disquisire su un errore grammaticale? Più facile forse attaccarlo in questo modo?

QUICKMAP