Junior Cally, la donna ustionata dall'ex: «Così parlava mio marito, sono indignata»

Giovedì 23 Gennaio 2020
Junior Cally, la donna ustionata dall'ex: «Così parlava mio marito, sono indignata»

«Il rapper Junior Cally nella canzone Strega rappresenta una violenza della quale io stessa sono stata vittima. Gli aggettivi utilizzati da Cally, così come il 'ti ammazzo', li ho sentiti spesso pronunciare dal mio ex marito e mi hanno distrutto dentro prima di essere ridotta da lui nelle mie attuali condizioni fisiche. Sono parole che una donna non dovrebbe mai sentire e che invece chi subisce violenza conosce benissimo». Maria Antonietta Rositani, ricoverata da oltre 10 mesi al Policlinico di Bari per le ustioni riportate sul 50% del corpo, dopo che l'ex marito, Ciro Russo, il 12 marzo del 2019 a Reggio Calabria, le ha gettato addosso benzina appiccando poi il fuoco, al culmine di 20 anni di aggressioni e umiliazioni patite, racconta all'Agi i sentimenti di «rabbia, dolore e paura» che il caso Junior Cally le ha fatto rivivere.

J-Ax: «La mia "Beretta" contro la violenza sulle donne. Junior Cally? Clichè del rap»

Sanremo 2020, non solo Junior Cally: ecco gli altri artisti con la "fedina musicale sporca" (che rischierebbero l'espulsione)

Maria Antonietta racconta di aver appreso la notizia mentre le stavano facendo l'ennesima medicazione: «Questa vicenda mi ha scosso moltissimo e addolorato. All'inizio pensavo fosse una bufala, che non fosse possibile che un personaggio del genere potesse partecipare al Festival di Sanremo, invece poi ho scoperto che era realtà. Non riuscivo a credere che il palco potesse essere calpestato da uno come lui. Secondo me lasciarglielo fare sarebbe come consentirgli di calpestare una donna. Non sarebbe dovuta proprio passare l'idea di ammettere in gara chi incita al femminicidio».

Junior Cally, a Sanremo il rapper che nelle sue canzoni insulta le donne

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA