Putin è «un leone conservatore»: così l'estrema destra americana (tra No vax e patrioti) glorifica lo Zar

Nel social media Gab.com, popolare tra l'estrema destra americana, il capo del Cremlino spopola

Putin è «un leone conservatore», perchè la destra americana glorifica il presidente russo
Putin è «un leone conservatore», perchè la destra americana glorifica il presidente russo
Mercoledì 23 Marzo 2022, 13:54 - Ultimo agg. 15:07
3 Minuti di Lettura

"Un leone conservatore". Così la destra americana più reazionaria nei meandri del web glorifica Vladimir Putin mentre Joe Biden lo considera un «criminale di guerra» e il Congresso degli Stati Uniti lo condanna in maniera bipartisan. 

Nel social media Gab.com, popolare tra l'estrema destra americana, il capo del Cremlino spopola e ci sono utenti con nomi come «Rutin 4 Putin». Ma chi sono i fan di Putin in america? Tanti utenti di questo social media si definiscono «Non vaccinati, sangue puro, timorosi di Dio, possessori di armi e patrioti» che credono nell'esistenza di "due generi" e in un solo dio e affermano che «c'è più verità che viene da Putin che da tutti gli altri leader occidentali messi insieme».

Perché Putin piace all'estrema destra americana

Secondo il Washington Post, il presidente russo viene apprezzato dalla destra americana per il modo in cui usa la difesa dei valori tradizionali per giustificare l'invasione dell'Ucraina. Nella narrativa putiniana, infatti, l'avvicinamento di Kiev alla Nato e alla Ue rappresenta soprattutto anche una minaccia morale, l'avanzata dei diritti Lgbt, della teoria gender, della società liberal che si oppone ai valori tradizionali della Russia. «Vogliono distruggere i nostri valori tradizioni e costringerci ad assumere i loro falsi valori che ci distruggeranno» tuona Putin nel video diffuso il giorno dell'invasione, accusando l'Occidente di "degradazione e degenerazione" a causa di comportamenti "contrari

alla natura umana". 

 

Non solo privati cittadini, novax ed ex trumpisti. Nel popolo d'america che guarda a Putin come esempio c'è anche il telepredicatore evangelico Pat Robertson che ha detto che il leader russo è stato «spinto da Dio»  ad invadere l'Ucraina. E persino alcui esponenti dell'estrema destra che siedono al congresso con i repubblicani, come Marjorie Taylor Greene, deputata della Georgia vicina alla setta QAnon, che ha parlato nei giorni scorsi ad una manifestazione suprematista bianca dove la folla scandiva « Putin! Putin! Putin!». La stessa deputata la scorsa settimana ha votato contro la legge cui gli Stati Uniti hanno revocato i privilegi commerciali alla Russia. Tra i fan di Putin c'è anche il repubblicano Madison Cawthorn, accusato di aver avuto un ruolo nell'organizzazione dell'assalto al congresso del 6 gennaio 2021, che ha definito Volodymyr Zelensky «un delinquente», in una dichiarazione molto ripresa dai media russi.

Una posizione che è stata "isolata" dai portavoci ufficiali del partito: il leader dei repubblicani al Senato, Mitch McConnell ha messo le mani avanti, sostenendo che i, pochi, repubblicani che sostengono Putin sono «voci isolate». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA