Maradona, il grande abbraccio di Napoli: fiaccolata ai Quartieri spagnoli, esplode l'amore

Giovedì 25 Novembre 2021 di Gennaro Arpaia
Maradona, il grande abbraccio di Napoli: fiaccolata ai Quartieri spagnoli, esplode l'amore

Dal lungomare ai Quartieri Spagnoli, dalle vie del centro allo Stadio che porta il suo nome. A Napoli è il Diego Armando Maradona Day, nel primo anniversario della sua scomparsa. Tutta la città ha omaggiato l’ex campione argentino che ha portato in giro per il mondo la maglia azzurra a cavallo tra gli anni ’80 e ’90, arricchendola di gol, record e trofei.

Tutto si è concluso questa sera proprio ai Quartieri Spagnoli: in quello che ormai è suo posto, la fiaccolata ha chiuso idealmente la giornata di omaggi. Tante torce accese per Diego, dopo il “silenzio” suonato per il lutto e tifosi intrecciati tra le strade strette. Napoletani e argentini, fianco a fianco, a cantare3 così d’amore per l’idolo che non c’è più ma riesce a unirli sotto la stessa bandiera. 

LEGGI ANCHE Insigne invita i tifosi allo stadio: «Venite per onorare Maradona»

Napoli è stata investita dal vento d’Argentina: nelle ultime 48 ore sono infatti arrivati in città tantissimi tifosi del Boca Juniors, squadra che fa parte del cuore di Diego prima dell’arrivo in Europa (a Barcellona prima e a Napoli poi). 

Oltre 300 gli xeneises presenti, tanti da Buenos Aires, tanti altri dalle sedi distaccate di Spagna. Battuto il covid per Diego: di fronte a Maradona non esistono chilometri e limitazioni, QR e Green Pass che tengano.

 

Tutti hanno omaggiato Diego fin da ieri per le strade di Napoli, con sulle spalle il numero 10 che ha sempre contraddistinto la carriera del “Diez”.

Video

La statua - per la cui presentazione sono stati presenti gli ex compagni di squadra di Diego, Corrado Ferlaino, Diego Armando Maradona Jr e alcuni rappresentanti delle istituzioni cittadine appena rinnovate - resterà lì per qualche ora prima di trovare la sua destinazione definitiva ed essere sostituita la prossima domenica: prima di Napoli-Lazio, infatti, sarà svelata una seconda statua, portata dal club di Aurelio De Laurentiis e poi posta già negli spogliatoi dell’impianto di Fuorigrotta. Il patron del Napoli e il figlio Edo hanno omaggiato la memoria di Maradona sia ai Quartieri Spagnoli che allo Stadio.

 

Il Maradona Day era cominciato da quello che è stato il teatro di Diego nei sette anni di Napoli. Lo stadio che da un po’ porta il suo nome ha svelato la prima - di tante, a quanto pare - opere che omaggeranno El Pibe in giro per la città. L’opera di Domenico Sepe è stata mostrata ai tifosi questa mattina, posta per la città di fronte al settore Distinti, esattamente a metà tra le due Curve.

Ultimo aggiornamento: 23:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA