Lunedì operativa la Compagnia carabinieri: ecco come cambia l'assetto a Napoli nord

Sabato 30 Settembre 2017 di Ferdinando Bocchetti
Lunedì operativa la Compagnia carabinieri: ecco come cambia l'assetto a Napoli nord

MARANO. Il conto alla rovescia è finalmente agli sgoccioli: la Compagnia dei carabinieri di Marano sarà operativa a partire da lunedì. Il presidio di legalità e sicurezza, sorto in via Nuvoletta, praticamente alle spalle della vecchia tenenza, sarà diretto dal capitano Gabriele Lo Conte, 32 anni, reduce dalle esperienze presso il Nucleo Operativo della Compagnia Napoli-Stella e il Comando Compagnia del comune di Cantù, in provincia di Como. L'attivazione della nuova caserma modificherà l'attuale assetto organizzativo e investigativo dei militari dell'Arma dell'area a nord di Napoli: Marano e altri quattro comuni, Mugnano, Villaricca, Melito e Calvizzano, si staccheranno infatti dalla Compagnia di Giugliano, che conserva i comuni di Qualiano e Sant'Antimo, ampliando nel contempo il proprio raggio d'azione sui comuni di Casandrino, Grumo Nevano, Frattamaggiore e Frattaminore.

La Compagnia di Marano sarà operativa ancor prima del taglio ufficiale del nastro, che slitta di qualche settimana per esigenze organizzative. Nella nuova caserma, realizzata con fondi comunali e del Piu Europa (3 milioni e 200 mila euro), saranno impiegati tra i settanta e gli ottanta militari, comprensivi dei trenta attualmente in organico nella tenenza di via Lazio, diretta negli ultimi tre anni e mezzo da Francesco Tessitore. Il potenziamento del presidio di sicurezza a Marano, città roccaforte di potentissime organizzazioni criminali (Polverino, Orlando, Nuvoletta e Simeoli), era atteso da moltissimi anni. L'iter burocratico, infatti, era partito nel lontano 2007, quando la giunta Perrotta strappò un impegno formale all'allora prefetto di Napoli Alessandro Pansa. In un primo tempo si era pensato all'attivazione di un commissariato di polizia, ma poi si optò per il potenziamento dell'attuale tenenza. Il percorso, ad ogni modo, è stato segnato da numerose difficoltà amministrative, superate soltanto nell'ultimo anno e mezzo.

Il Comune, proprietario dell'immobile che ospita la nuova Compagnia, lo ha ceduto in comodato d'uso all'Arma per un lasso temporale di trent'anni. I costi di manutenzione ordinaria della struttura saranno a carico del Ministero dell'Interno; quelli straordinari, invece, ricadranno sul Comune di Marano. La suddivisione delle competenze e dei costi è stata sancita qualche mese fa in prefettura, dove è stata sottoscritta un'apposita convenzione alla presenza del prefetto di Napoli Carmela Pagano e il prefetto Antonio Reppucci, membro della commissione straordinaria alla guida dell'ente cittadino. Ieri, intanto, il comandante della Compagnia di Giugliano, il capitano Antonio De Lise, si è congedato dai sindaci e dai commissari prefettizi dei comuni di Marano, Mugnano, Calvizzano e Villaricca.

Il comandante Gabriele Lo Conte, designato due mesi fa alla guida della Compagnia di Marano, è già da giorni in città per coordinare e sovrintendere agli ultimi step organizzativi. Da lunedì sarà ufficialmente a capo della nuova articolazione territoriale voluta dall'Arma dei carabinieri, con l'obiettivo di contrastare ulteriormente l'illegalità diffusa e dare filo da torcere ai clan presenti nei cinque comuni, fortemente depotenziati grazie alle numerose operazioni degli ultimi tempi ma ancora in grado di gestire fiorenti traffici, come quelli dell'hashish e della cocaina.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA