Bomba a Ponticelli, nel mirino un pregiudicato affiliato al clan De Micco

Mercoledì 29 Settembre 2021 di Valentino Di Giacomo
Bomba a Ponticelli, nel mirino un pregiudicato affiliato al clan De Micco

Un ordigno rudimentale è stato fatto esplodere ieri sera nel cortile di un condominio abitato da un pregiudicato, in via Piscettaro, nel quartiere Ponticelli, a Napoli. L'esplosione ha danneggiato i vetri di alcune abitazioni. Una donna è stata colpita da alcune schegge ed è rimasta lievemente ferita insieme con il figlio di 14 anni. 

 

Nelle vicinanze del luogo dove è stato fatto esplodere l'ordigno abita un pregiudicato ritenuto esponente del clan De Micco, i “Bodo di Ponticelli”. La pista seguita ora dagli investigatori è che l'attentato sia da collegarsi alla faida con il clan dei De Luca-Bossa. Una rivalità tra clan per spartirsi il mercato della droga di Napoli Est che ha fatto già registrare negli ultimi mesi già tre attentati simili effettuati con ordigni esplosivi, oltre a vari omicidi e vendette incrociate tra i sodalizi in guerra. Tutto sulla pelle di una popolazione ormai spaventata, impaurita, inerme. C'è terrore ormai nel quartiere perché la faida di camorra sembra non conoscere tregua e solo per una fortunata circostanza, questa volta, non si sono verificati danni collaterali: la donna e il bimbo hanno infatti riportato solo ferite lievi. La vera paura è che la prossima volta possa nuovamente finire nel fuoco incrociato anche qualche vittima innocente.  

Ultimo aggiornamento: 30 Settembre, 07:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA