Campania zona arancione ma è assalto al lungomare di Napoli: «Vogliamo ricominciare a vivere»

Domenica 21 Febbraio 2021 di Oscar De Simone
Campania zona arancione ma è assalto al lungomare di Napoli: «Vogliamo ricominciare a vivere»

Non accennano a diminuire gli assembramenti sul lungomare nonostante le raccomandazioni e la zona arancione in vigore da stamattina. Una giornata di sole e di temperature primaverili che ha attirato centinaia di cittadini e turisti, da via Caracciolo a via Partenope. Un vero “fiume in piena” tra cui è difficile farsi largo, soprattutto nell'area pedonale della rotonda Diaz. 

 

«Basta mantenere le distanze e tenere su la mascherina – affermano in strada – Non corriamo gravi problemi anche perché siamo tutti attenti. Cerchiamo di non assembrarci e di rispettare tutte le regole che ci sono state imposte. Ma con una giornata così e dopo un anno chiusi in casa crediamo che sia arrivata l'ora di iniziare ad uscire. Un po' alla volta bisogna tornare a vivere». 

Video

Un'idea e una voglia di “libertà” che ha coinvolto tutti, dai più giovani alle famiglie in cerca di un po' di svago. «Non possiamo stare a casa con i bambini – dichiarano alcuni giovani genitori – e continuare a tenerli reclusi. Vogliamo rispettare tutto e tutti ma con un caldo così non è possibile stare tra quattro mura. Inoltre i bambini stanno con noi e non c'è nessun pericolo. Non siamo d'accordo con la zona arancione perché i numeri della Campania non erano così gravi. Se stiamo attenti possiamo continuare a uscire senza troppe complicazioni». 

Ultimo aggiornamento: 15:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA