Covid in Campania, la denuncia dei medici: «Occupato il 75% delle terapie intensive»

Lunedì 23 Novembre 2020

«La sindrome di burnout nei medici la vedremo molto presto, siamo molto vicini al collasso, o diminuisce il contagio e arrivano rinforzi negli ospedali o rischiamo seriamente di crollare». È chiaro Piero Di Silverio, medico ospedaliero e vicesegretario regionale in Campania di Anaao Assomed, sindacato che raccoglie circa 23.000 medici ospedalieri in Italia e oltre duemila in Campania, nell'analizzare lo stress e l'agitazione dei medici campani.

Video

«La cosa grave - spiega - è che la Regione, dal presidente De Luca all'Unità di Crisi, non coinvolge i medici in nessuna fase decisionale, abbiamo scritto decine di documenti chiedendo un semplice colloquio per spiegare i problemi, fare proposte. Non ci rispondono nemmeno». Per questo l'Anaao ha indetto oggi un d-day, una mobilitazione su due diretrici: d come diffida e d come diritti, dignità, decoro della professione.

Ultimo aggiornamento: 24 Novembre, 07:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA