Coronavirus, troppi contagi nel Napoletano: parroco rinuncia a celebrare messa

Sabato 31 Ottobre 2020

Ci sono troppi contagiati, così il parroco annuncia che non celebrerà la messa domenicale. È la decisione di Don Raffaele D' Antuono, che guida la Parrocchia SS. Salvatore e Sant'Andrea Apostolo, ha assunto dopo avere constatato che molti suoi parrocchiani sono risultati positivi ai test del Coronavirus.

LEGGI ANCHE Covid, sacerdoti positivi nel Napoletano: scatta la sanificazione della chiesa

Il Comune di Casola di Napoli, nell'area vesuviana, conta meno di 4 mila abitanti e il sindaco, Costantino Peccerillo, è stato costretto a chiudere le scuole, prima dell'ordinanza del presidente della Regione, Vincenzo De Luca, a causa dei numerosi bambini contagiati dal Covid--19. Anche oggi il sindaco ha avvisato la popolazione che i numeri dei contagiati, in continuo aumento, sono arrivati a 72 in sole 24 ore. Ma ha anche rassicurato che «la chiesa è stata sanificata». 

Video

Il 2 novembre la messa sarà trasmessa in diretta Facebook, e celebrata nel Cimitero alle 11 con la sola partecipazione degli amministratori cittadini, per fare sentire alla popolazione la vicinanza ai propri defunti. 

Ultimo aggiornamento: 19:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA