Napoli, in 50 sotto casa per evitare lo sfratto: «Un mese di proroga per Titina»

di Attilio Iannuzzo

  • 420
Titina è conosciuta nel quartiere, è anziana ed indigente. Il suo sfratto era previsto per il giorno 4 febbraio. Ma le è stato concesso ancora un mese. L’impegno dei comitati e dei residenti è servito a prorogare ancora una volta il suo allontanamento da casa. Fin dalle prime ore del mattino numerosi cittadini hanno piantonato la casa di Titina per evitare che accadesse il peggio.

Già a Natale scorso i comitati cittadini avevano scongiurato lo sfratto e consentito alla donna di restare a casa sua.

«Facciamo un appello al sindaco – dichiara il consigliere Pino De Stasio della seconda Municipalità - affiche gli sfratti esecutivi, circa duemila, vengano bloccati subito; giovedì prossimo – continua De Stasio - sarà la volta di Iolanda Somma che dovrà lasciare Palazzo Penne, ancora una volta per sfratto».
 
 
Martedì 5 Febbraio 2019, 13:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP