Ponticelli, rinasce la stazione Eav con la street art: i colori della natura contro il degrado

di Alessandro Bottone

Nuova luce per la stazione della Vesuviana di Ponticelli, nella periferia orientale della città. La street art ha permesso di restituire dignità a un luogo da tempo degradato e lasciato a se stesso. Il restyling è stato presentato oggi alla presenza dell’amministratore unico di Eav, Umberto De Gregorio, dell’artista di strada Luca Danza, del vicepresidente della VI Municipalità, Gianluca Maglione, e dell’assessore municipale Ippolito Braccini.
 

I disegni, ispirati alla natura, riguardano sia la facciata esterna dell’edificio, sia i locali interni così come le pareti della banchina. La creatività di Luca Danza - che ha già collaborato con Eav per la realizzazione delle opere nella stazione della linea Cumana di Bagnoli - ha permesso di rivitalizzare e animare la stazione dando spazio anche alla fantasia dei giovani del territorio che hanno collaborato al restyling: sono sette, infatti, gli artisti napoletani coinvolti. Tutto il materiale necessario, come la vernice e gli spray, è stato completamente autofinanziato dai giovani artisti senza alcuna spesa a carico dell’azienda. Due mesi di organizzazione tra sopralluoghi, progettazione, autorizzazioni e per la realizzazione dei murales. All’evento era presente anche l’ingegnere Luca Brancaccio, responsabile del progetto CREAV, l’iniziativa di Eav per valorizzare, con opere di street art, i beni e le stazioni gestite dall’ente. Sono numerose quelle già interessate da interventi di questi tipo: a Napoli Est sono quelle di San Giovanni a Teduccio e di Gianturco.
 
 


Oltre le opere di street art, la stazione di Ponticelli è stata oggetto di una completa riqualificazione da parte della impresa titolare di regolare contratto di manutenzione. In particolare, i lavori hanno riguardato il rifacimento degli intonaci, la pitturazione del fabbricato viaggiatori e delle pareti laterali delle banchine. Si è intervenuti anche sulle pensiline e sul sovrappasso pedonale, con il rifacimento del corrimano e l’installazione antiscivolo sugli scalini. Inoltre, tutta la struttura è stata dotata recentemente di un nuovo impianto di videosorveglianza. Per scoraggiare fenomeni criminali e la presenza di tossicodipendenti l’Eav ha disposto anche la presenza di una guardia giurata.

La stazione resta al momento non presenziata da alcun dipendente Eav, motivo per il quale la biglietteria e i servizi igienici restano non fruibili per gli utenti. Probabilmente solo l’anno prossimo si potrà arrivare a un presenziamento parziale della struttura. Inoltre è impossibile per le persone con disabilità raggiungere la banchina per i treni verso il centro città.

Non è mancata la contestazione da parte di un utente che, rivolgendosi a De Gregorio, ha sottolineato il ritardo continuo dei treni della Vesuviana. L’amministratore unico dell’azienda ha replicato sottolineando lo sforzo di Eav nell’assunzione di nuovo personale e della ristrutturazione dei convogli.
Venerdì 14 Giugno 2019, 15:34 - Ultimo aggiornamento: 14-06-2019 15:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-06-14 19:04:54
Vesuvio De Meis?
2019-06-14 18:56:45
Che popolo di mer..avigiose anime....per usufruire dei bagni abbiamo bisogno di telecamere, controllori e guardie giurate.....onore al Presidente ed agli artisti, ma senza mazziate e risarcimenti certi, queste anime.pie non si ravvederanno MAI....

QUICKMAP