Scampia, raid nella sede dei giardinieri volontari: rubati gli attrezzi, 3mila euro di danni. «E non è la prima volta»

Martedì 24 Novembre 2020 di Giuliana Covella

Decespugliatori professionali, saldatrici, una sega circolare, un compressore, flex, tagliarami, avvitatori: è il bottino razziato dai balordi che nella notte tra lunedì e martedì hanno messo a segno un raid nella sede dell’associazione I Pollici Verdi di Scampia. Nelle immediate adiacenze del Parco Corto Maltese in via Hugo Pratt nella notte tra il 23 e il 24 novembre ignoti hanno rubato tutte le attrezzature, comprate con grande sacrificio e lavoro dai volontari dell’associazione nata per ridare vita agli spazi e ai giardini del parco. Presenti sul territorio da circa 9 anni i volontari sono impegnati da stamattina nel parco, come sempre, «per far sì che il nome di Scampia sia associato a qualcosa di positivo - dichiara il presidente Vincenzo Sorrentino - difatti la gente qui ci ama e apprezza il nostro operato. Siamo tra coloro che sono visti come pionieri del cambiamento di questo quartiere. Perciò non credo che chi ha commesso questo furto sia del posto, come abbiamo detto alla polizia a cui abbiamo sporto denuncia». Ma non è la prima volta che la sede dell’associazione finisce nel mirino dei ladri: «la volta scorsa - spiega ancora Sorrentino - entrarono dalla porta principale e ci causarono un danno da 5mila euro. Difatti ci eravamo attivati con catenacci più sicuri. Avevamo installato inoltre un sistema di allarme, ma hanno disattivato sia quello esterno che i sensori all’interno e sono entrati da un finestrone». Il danno economico stavolta ammonta a circa 3mila euro, come quantifica il presidente dell’associazione: «ma per noi sarà doppio, perché non solo dovremo ricomprare quelle attrezzature, ma anche fatturarle».

Intanto sin dalle prime ore di questa mattina è scattata la solidarietà di cittadini, associazioni e istituzioni («tra i tanti che ci hanno chiamato manifestandoci il loro sostegno - ricorda Sorrentino - l’assessore al verde del Comune Luigi Felaco e la presidente dell’associazione Premio Greencare Benedetta de Falco»). «Una ferita profonda su chi ha messo tanto di suo affinché questo luogo fosse riscattato nel migliore dei modi - commenta Clotilde Sorrentino - anche se non faccio più parte dell'associazione sono molto addolorata e arrabbiata. Ne ho sentito la responsabilità e anche il peso di 8 anni di dedizione, conosco il sacrificio di ogni componente e la crescita di questi anni. Trovo questo gesto vile e spregevole, non vi definisco perché non esiste nessun termine che renda l'idea di quanto siete miserabili». «Questa notte hanno rubato gli attrezzi da giardinaggio con cui i I Pollici Verdi di Scampia curavano la manutenzione di oltre 20.000 metri quadrati del Parco Corto Maltese - dice Claudio Di Pietro, consigliere dell’ottava Municipalità - Gli sforzi, i passi avanti fatti in questi anni e la passione nel “fare” di un'intera comunità oggi sono messe a repentaglio a causa di una minoranza di miserabili».

Vicinanza e sostegno arrivano anche dal consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli e dal conduttore radiofonico Gianni Simioli, che attraverso i loro canali social e grazie alla trasmissione La Radiazza organizzeranno una raccolta fondi per I Pollici Verdi: «Vogliamo esprimere la nostra solidarietà all’associazione, è terribile che c’è chi danneggia chi si prende cura del proprio territorio e dei beni comuni. Ci auguriamo che i responsabili di questo vile gesto siano presto individuati e denunciati - affermano - Lanceremo una raccolta fondi per donare loro nuove attrezzature da giardinaggio».

Per contribuire: 
IBAN: it77e0306909606100000171030
INTESTATO A: I POLLICI VERDI SCAMPIA

 

Ultimo aggiornamento: 19:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA