Coppa di Nestore a Villa Arbusto, 12 progetti per uscire dal degrado

Mercoledì 29 Settembre 2021 di Massimo Zivelli
Coppa di Nestore a Villa Arbusto, 12 progetti per uscire dal degrado

Una nuova cornice di presentazione per Villa Arbusto a Ischia, per il museo archeologico e per il famoso reperto in esso contenuto e conosciuto come la Coppa di Nestore. Nello splendido scenario della villa che appartenne per ultimo ad Angelo Rizzoli, a Lacco Ameno, il miglior progetto fra i 12 attualmente a concorso, verrà dunque premiato nell'ambito della VII edizione de «La Convivialità Urbana», un evento informale e stimolante che si snoderà come nelle passate edizioni, attraverso tre giorni di dibattiti e incontri e che avrà il suo culmine con l'assegnazione del premio di architettura partecipata ideato dall'architetto Grazia Torre, presidente dell'associazione Napoli Creativa, e che ha avuto come tema per l'edizione 2021, proprio il «Restyling del Complesso Museale di Villa Arbusto e valorizzazione della Coppa di Nestore».

La Coppa di Nestore: il tesoro di Ischia è nascosto


Domenica pomeriggio la finale in cui sarà decretato il vincitore in base ai voti del pubblico che visiterà la mostra e della giuria tecnica. Una formula partecipata adottata fin dalla prima edizione affinché la progettazione, invece di essere calata dall'alto, possa essere scelta dal sano confronto con gli utenti finali, al termine di questo che si presenta come un vero e proprio Festival di conversazioni tematiche e networking sul tema della riqualificazione dei territori attraverso la valorizzazione del patrimonio culturale. In questi tre giorni del prossimo week end, verranno dunque esposti nel museo i dodici progetti che si sono già stati votati dal pubblico dal 18 al 22 settembre sulla pagina Facebook del Premio.

Video

«Il valore aggiunto dell'edizione di quest'anno, che ci rende orgogliosi, è proprio il Festival - afferma la presidente di Napoli Creativa di Grazia Torre - che è un appuntamento articolato a più voci, incentrato sui tre temi fondamentali la cultura come motore di una nuova economia (1 ottobre), il progetto del moderno nel contesto storico (2 ottobre) e la cultura dei territori (3 ottobre), trattati da relatori esponenti del mondo dell'architettura che arrivano da Parigi, Rotterdam e varie città italiane e con la partecipazione del presidente dell'Ordine nazionale, architetto Francesco Miceli». Le conversazioni del Festival (programma dettagliato sul sito web napolicreativa.com) saranno trasmesse in streaming sula pagina FB @PremioLaConvivialitàUrbana.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA