Elezioni a Napoli, Alessandra Clemente nella webtv del Mattino

Venerdì 24 Settembre 2021
Elezioni a Napoli, Alessandra Clemente nella webtv del Mattino

Continuano i forum del Mattino: questa mattina, dalle 12, la candidata della maggioranza uscente Alessandra Clemente sarà ospite della webtv nella sede del Mattino a Torre Francesco intervistata dal direttore Federico Monga, dal capocronista Gerardo Ausiello e dal cronista politico Luigi Roano. 

Chi è Alessandra Clemente

«Il mio più grande hobby in questi anni è stato questo lavoro esercitato con grande spirito di servizio. Ho cominciato a 25 anni cercando di rappresentare ragazzi e ragazze brillanti che hanno studiato e che devono avere spazi e opportunità, soprattutto nella città dove sono nati. Sicuramente questi anni sono stati di grande gavetta amministrativa, una vera e propria palestra, infatti, se non ci fossero stati non mi sentirei pronta come sindaco».

Il 1997 e l'attività politica

«Il mio primo grande strumento è stato la memoria. Io ho il diritto e il dovere come figlia di non dimenticare mai quello che è accaduto a mia madre e come cittadina e come istituzione di impegnarmi. Voglio appartenere a una nuova classe dirigente politica, contro la camorra, contro il malaffare, per far si che quello che è accaduto a mia madre e alla mia famiglia non accada mai più. Sono ancora tante, troppe le vittime innocenti. La politica non può essere spettatrice ma deve essere attiva. Il mio impegno politico è certamente legato a ciò che è successo, è una voglia di riscatto per me e per tutte quelle vittime innocenti».

I candidati e il centrosinistra

«Io sono costante e continuerò ad essere presente. Presento un progetto di città che non ha ideologie, l'unica grande ideologia è di fare squadra, delle persone per bene e pulite e delle competenze. Sono orgogliosa delle mie liste, orgogliosa della partecipazione delle donne che non sono solo quote rosa, ma sono forti e competenti».

Migliorare la macchina amministrativa

«Dobbiamo assumere e molto, c'è bisogno di personale. Dobbiamo restituire i diritti ai cittadini e formarli. Sicuramente mi batterò affinchè non ci siano più lavoratori precari. Io stessa, come assessore, in passato mi sono battuta per le nuove assunzioni, ma il governo, allora guidato Ministro degli Interni Salvini, ha pensato a dei contratti a tempo determinato. I lavoratori non possono continuare ad essere precari, devono essere tutelati dal servizio pubblico. Dobbiamo assumere molto puntanto alla digitalizzazione». 

 

La coalizione

«Io propongo una coalizione politica composta da grandi politici e molti professionisti. Spero che i napoletani apprezzino la mia esperienza e il mio impegno».

La piaga dei trasporti

«Chiederò la disponibilità al Ministero dei Trasporti, alla Regione Campania, al Comune e alla città metropolitana di una cabina di regia istituzionale per il trasporto della città metropolitana. Altro obiettivo è varare il piano dedicato all'infanzia della città. Gli asili nido devono essere un diritto essenziale, soprattutto per l'anagrafe del rischio».

Il motivo di orgoglio

«Mi inorgoglisce molto di essere stata sempre presente, percéè il sindaco e il politico devono essere presenti e soprattutto devono essere di tutti. Sicuramente in questi anni ho potuto constatare la mancanza di programmazione e di manutenzione».

Le campagne politiche degli avversari

«Delle campagne politiche che sto seguendo, quella che critico di meno è quella di Bassolino perché lo vedo presente, come me, nei quartieri. Ci sono figure come Manfredi che le persone non conoscono, vedo che deve venire sempre Conte, perché questo candidato non ha riconoscibilità».

Ultimo aggiornamento: 25 Settembre, 09:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA