Napoli, Don Luigi Merola e Annamaria Colao nominati Cavalieri della Repubblica

Napoli, Don Luigi Merola e Annamaria Colao nominati Cavalieri della Repubblica
Mercoledì 1 Giugno 2022, 15:37
3 Minuti di Lettura

Don Luigi Merola, prete noto per il suo impegno anticamorra e fondatore della fondazione «A Voce de Creature», è tra le personalità che riceveranno il titolo di Cavaliere domani, in occasione della manifestazione per il 76° anniversario della Fondazione della Repubblica. Nel corso della mattinata saranno consegnate le onorificenze dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana concesse dal Capo dello Stato a cittadini dell'area metropolitana di Napoli che si sono distinti nel campo delle lettere, delle arti, della economia, delle attività sociali e per lunghi e segnalati servizi svolti nel corso delle carriere civili e militari.

Nell'elenco degli insigniti del titolo di Cavaliere spicca anche il nome di Annamaria Colao, endocrinologa di fama internazionale e docente dell'Università degli studi di Napoli «Federico II»; saranno insigniti del titolo di Commendatore, tra gli altri, il presidente dell'Aci Napoli Antonio Coppola e l'ex rettore della «Federico II» Massimo Marrelli. Le manifestazioni del 2 giugno a Napoli inizieranno alle 10.15 con la deposizione di corone di fiori in onore dei caduti al Mausoleo di Posillipo da parte del prefetto di Napoli, Claudio Palomba, e delle massime autorità religiose, civili e militari; alle ore 11 in piazza del Plebiscito avrà luogo la cerimonia dell'Alzabandiera, con schieramento del reparto interforze, nel corso della quale il prefetto darà lettura del messaggio del Presidente della Repubblica.

A seguire, saranno consegnate le medaglia d'onore conferite ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l'economia di guerra ed ai familiari dei deceduti; sarà inoltre consegnata una medaglia d'argento al Valor Civile nonché le Onorificenze dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana. La cerimonia si concluderà con il dispiegamento della bandiera italiana sulla facciata del Palazzo del Governo, accompagnato dalle note dell'Inno alla gioia e dell'Inno di Mameli eseguiti da giovani orchestrali e coristi. Nel corso della cerimonia verranno eseguiti brani musicali dai ragazzi dell'orchestra di fiati dell'Istituto comprensivo Nazareth Musto di Napoli e dal coro delle voci bianche del Real Teatro San Carlo di Napoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA