Private dinner in onore della cucina napoletana per Massimo Bottura

di Cristina Cennamo

Una cena tipicamente naapoletana per Massimo Bottura, ospite d'eccezione della Cantina di Triunfo in occasione della presentazione al Maschio Angioino del suo libro dal titolo «Il pane è oro»: non un semplice ricettario, ma un vero e proprio manifesto contro lo spreco alimentare. 
 
 

L’incontro, curato dal direttore del Consorzio della Pasta di Gragnano IGP e CEO Maurizio Cortese, si è concluso infatti nello storico al locale della Riviera di Chiaia, dove i due proprietari Gaetano Russo ed Antonio Triunfo hanno accolto anche il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, il direttore generale di ISMEA Raffaele Borriello, Luciano Pignataro, Santa di Salvo, Guido Barendson, Maurizio Teti, Alfonso Iaccarino, Giancarlo Di Luggo, Antimo e Carmine Caputo, il direttore generale dell’istituto Zooprofilattico Antonio Limone, il presidente di Mecfond Giorgio Nugnes, Alberto Alberti e tanti altri che si sono trattenuti piacevolmente a conversare con l'autore all’insegna dell’impegno verso una riscoperta e valorizzazione degli alimenti più comuni, tema tanto caro a Bottura.
Martedì 17 Aprile 2018, 14:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP