Violenza sulle donne: «Oltre» aiuta le vittime a cercare lavoro

Mercoledì 24 Novembre 2021 di Enrica Buongiorno
Violenza sulle donne: «Oltre» aiuta le vittime a cercare lavoro

Cinque donne vittime di violenze reinserite nel mondo del lavoro. “Oltre” è il progetto, sviluppato dall’ente "CSF - Centro Servizi e Formazione", che ha come scopo quello di creare un'identità lavorativa e all'inserimento nel mondo del lavoro a favore di donne vittime di violenze. Un'iniziativa che si fonda sull'incremento dell'inclusione socio-lavorativa, il recupero della propria autonomia e la spinta all'autoefficacia del soggetto.

Nell’ambito del progetto, sono stati attivati tirocini retribuiti a favore di donne con difficoltà nel reinserimento nel mercato del lavoro. Col sostegno dello staff del CSF, composto da professionisti del lavoro e psicologi, queste donne hanno ritrovato le proprie motivazioni. Obiettivo finale: il raggiungimento di un lavoro stabile.

«Ascoltando le loro storie il sentimento predominante è stato quello della rabbia. – racconta Tommaso Marrone, CEO e Fondatore di CSF - Siamo stati partecipi di un dolore che una persona non dovrebbe mai provare e, dopo il percorso di formazione, si è tramutato in soddisfazione per il raggiungimento di nuovi traguardi personali».

C'è chi ha trovato lavoro all'interno di un'emittente televisiva locale con mansioni di accoglienza del personale e gestione delle pratiche. Chi, invece, da giovane madre laureata che non aveva mai sfruttato il proprio titolo, oggi lavora a Roma in un prestigioso studio di consulenza. Chi, infine, è riuscita a completare l'inserimento in un'impresa turistica con un ristorante aperto tutto l'anno. Il progetto “Oltre” è stato premiato dall'AIF, (Associazione Italiana Formatori) con il Premio Eccellenza della Formazione 2021, all’interno della sezione Ambiente Etica e Responsabilità Sociale ed è stato finanziato dal fondo stabilito dalla Regione Campania denominato “SVOLTE”, acronimo di Superare la Violenza con Orientamento, Lavoro, Tirocini, Esperienze formative.

© RIPRODUZIONE RISERVATA