​​Centinaia di tartarughe morte sulla stessa spiaggia dove sono stati scoperti leoni marini senza vita

Domenica 20 Settembre 2020 di Marta Ferraro
​Centinaia di tartarughe trovate morte sulla stessa spiaggia dove sono state scoperte dozzine di leoni marini senza vita

Quest'anno finora sono state trovate morte in totale 351 tartarughe marine in un tratto della costa della Bassa California, nel Messico nord-occidentale, nella stessa zona in cui le autorità hanno già scoperto 137 leoni marini morti la scorsa settimana, secondo quanto riferisce World Animal News.

Secondo il regolamento messicano sulla protezione della pesca, se viene superato il limite annuo consentito di tartarughe, stabilito in 90 unità, la pesca commerciale con reti da imbrocco deve essere sospesa per il resto dell'anno.

LEGGI ANCHE Tartarughe, nuova schiusa nella notte: l'estate regala emozioni nel Cilento

Sia il Centro messicano per la legge ambientale, sia il Centro per la diversità biologica, si sono pronunciati sulla morte delle tartarughe marine e hanno chiesto alla Commissione nazionale per l'acquacoltura e la pesca del Messico di conformarsi alle disposizioni del legge e di effettuare un'indagine trasparente su quanto accaduto.

Le autorità messicane stanno indagando anche sul ritrovamento di alcuni leoni marini morti avvenuto nello stesso luogo. Gli animali, tuttavia, non riportavano ferite da reti o lenze da pesca, né hanno mostrato segni sui loro corpi che potrebbero essere dovuti a possibili collisioni con le barche.

«La scoperta dei 137 leoni marini senza vita è la prova della grave situazione in cui versano le specie marine in quest'area. È urgente che il governo federale affronti questo problema, rafforzando la capacità delle istituzioni ambientali e di pesca, assegnando un budget adeguato», ha detto Alejandro Olivera, rappresentante del Centro per la diversità biologica in Messico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA