Usa, miracolo allo zoo: mamma elefante partorisce due gemelli. Lo staff: «Abbiamo fatto la storia»

Nascita del tutto particolare al Rosamond Gifford Zoo

Gli elefantini gemelli (immag diffuse sui social dal Rosamond Gifford Zoo)
Gli elefantini gemelli (immag diffuse sui social dal Rosamond Gifford Zoo)
di Remo Sabatini
Lunedì 14 Novembre 2022, 16:19 - Ultimo agg. 22 Novembre, 09:48
3 Minuti di Lettura

«Abbiamo fatto la storia». Ad esultare sui propri canali ufficiali, il Rosamond Gifford Zoo dopo una nascita del tutto particolare, anzi due. Sì perché mamma Mali e papà Doc, due splendidi esemplari di elefanti asiatici, sono divenuti genitori di ben due gemelli. Un evento più unico che raro nel mondo degli elefanti che, documentato dalle eccezionali immagini diffuse dallo zoo di Syracuse nello stato di New York, sta facendo il giro del mondo.

Il parto gemellare negli elefanti, rappresenta meno dell'1% dei casi a livello mondiale e quello reso noto in queste ore, è il primo caso mai registrato negli Stati Uniti. «Quando avevamo annunciato la gravidanza di Mali, ha spiegato un portavoce della struttura situata a sud del fiume Ontario, avevamo pensato che il nostro branco di sei elefanti asiatici si sarebbe arricchito di un esemplare. Poi, poche ore dopo la nascita di quello che pensavamo dovesse essere il solo cucciolo, è nato il secondo». Entrambi maschi, i due piccoli pesando oltre 100 chilogrammi e, al momento, seppure il secondogenito fosse sembrato più debole, appaiono in buona salute. «Il nostro team specializzato monitora i piccoli 24 ore su 24».

Così, mentre gli elefantini gemelli ancora senza nome, si godono mamma e papà, le speranze che possano crescere sani e forti si moltiplicano rappresentando fonte di studio per appassionati e scienziati. I pochi casi di parto gemellare negli elefanti mai registrati, infatti, si sono verificati soltanto nei Paesi di origine dei pachidermi, africani o asiatici che siano. L'elefante asiatico, più piccolo di quello africano, una volta adulto può superare le 4 tonnellate di peso. Come il cugino, è considerato in pericolo di estinzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA