Sulla Stazione spaziale con Samantha Cristoforetti il comando passa al russo Oleg Artemyev, cosmonauta deputato del partito di Putin Abbracci con americani ed europei

Giovedì 5 Maggio 2022 di Paolo Ricci Bitti
Sulla Stazione spaziale con Samantha Cristoforetti il comando passa al russo Oleg Artemyev, cosmunauta deputato del partito di Putin Abbracci con americani ed europei

Sotto gli occhi di Samantha Cristoforetti fluttuante a testa in giù, è avvenuto sulla Stazione spaziale internazionale il passaggio di consegne fra l'astronauta americano della Nasa Thomas Marshburn e il cosmonauta Oleg Artemyev che nei prossimi mesi comanderà l'Iss che al momento ospita, oltre all'astronauta italiana del'Agenzia spaziale europea, i russi Denis Matveyev e Sergei Korsakov, dell'agenzia spaziale Roscosmos, e gli americani Kjell Lindgren, Bob Hines e Jessica Watkins, della Nasa. Un avvicendamento previsto da oltre un anno quando venne a messo a punto il calendario delle spedizioni sulla stazione.

Il passaggio di consegne, con abbracci e dichiarazioni reciproche di fratellanza in diretta streaming mondiale,  è servito anche a sottolineare che le attività sull'Iss continuano all'insegna della massima collaborazione internazionale come avviene dal 2020, quando la stazione entrò in servizio. Fino ad oggi un comandante americano ha aiutato il lavoro anche dei cosmonauti e da oggi un cosmonauta sostiene le attività anche degli americani: sull'Iss il comandante, come ha detto anche Luca Parmitano che ha rivestito questo ruolo, è un "facilitatore". 

Un messaggio che arriva sulla Terra dove invece i rapporti fra le superpotenze sono ai minimi storici dopo l'aggressione della Russia all'Ucraina. 

Per di più Roscosmos ha più volte minacciato di lasciare la stazione spaziale, ma ogni annuncio è stato subito incasellato nella categoria "propaganda", perché la Russia, nei fatti, continua a collaborare secondo i programmi anche perché ha già pagato in anticipo le "quote" Iss fino al 2024. E anche in chiave propagandistica  va letta l'esposizione dello Stendardo della vittoria dell'Urss sulla Germania nazista che lo stesso cosmonauta Oleg Artemyev ha esposto, di sua iniziativa e con l'appoggio della sua agenzia, durante l'ultima passaggiata spaziale. Artemyev è anche deputato della Duma per il partito Russia Unita di Putin.

 

Intanto la navetta Crew Dragon Endurance si è sganciata dalla Stazione Spaziale Internazionale (Iss) e ha cominciato il viaggio di rientro a Terra, la cui durata prevista è di circa 23 ore. L'ammaraggio al largo della Florida è previsto intorno alle 6.43 italiane di venerdì 6 maggio. A bordo ci sono il tedesco Matthias Maurer, dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) e i colleghi della Nasa Raja Chari, Thomas Marshburn e Kayla Barron. Quest'ultima è una che il mare lo conosce bene: ha servito, caso unico fra gli astronauti, come ufficiale in marina a bordo di sottomarini.

 

In viaggio con la Crew Dragon 

 

Il passaggio di consegne per il comando dell'Iss è avvenuto poco prima della chiusura del portello per l'undocking.

E sempre prima della partenza della navicella con la Crew-3 l'equipaggio dell'Iss al completo ha voluto celebrare i 45 anni di Samantha Cristoforetti che ha festeggiato il compelanno a terra il 26 aprile alla vigilia della partenza per l'Iss: per lei mini torta e un cartolina di auguri del vulcaniano Spock, protagonista della serie Star Trek di cui l'astronauta trentina è appassionatissima.

 

 

Paolo Ricci Bitti

 

Ultimo aggiornamento: 7 Maggio, 11:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA