Beni confiscati, dalla Campania nuovo impulso alla strategia nazionale di valorizzazione

Giovedì 29 Luglio 2021
Beni confiscati, dalla Campania nuovo impulso alla strategia nazionale di valorizzazione

Nell'ambito del gruppo tecnico Politiche di Sicurezza della Conferenza delle Regioni, si è riunito il tavolo di lavoro dedicato al tema dei beni confiscati.

L'iniziativa è stata promossa dalla Regione Campania, per il tramite della Fondazione Polis, rappresentata dal segretario generale Enrico Tedesco.

L'incontro ha visto la partecipazione di gran parte delle Regioni italiane e ha posto le basi per promuovere e armonizzare le varie strategie regionali di valorizzazione dei beni confiscati, sulla base di quanto previsto dalla Strategia nazionale approvata nel 2018 con delibera CIPE.

«La Campania, anche grazie al rinnovato slancio impresso dall'assessore alla Sicurezza e alla Legalità Mario Morcone, ha un ruolo di assoluto rilievo a livello nazionale sul tema dei beni confiscati», evidenzia Tedesco.

«Rappresentiamo tutte le Regioni presso il Comitato Consultivo di Indirizzo dell'Agenzia Nazionale beni confiscati e le Regioni del Centro Sud presso il Tavolo di indirizzo e verifica della Strategia Nazionale. Siamo attualmente l'unica Regione italiana ad aver approvato un Piano strategico triennale di valorizzazione dei beni confiscati in linea con principi e obiettivi fissati dalla stessa Strategia. L'obiettivo ora è far sì che tutte le Regioni adottino i rispettivi piani di valorizzazione dei beni confiscati, in modo da attivare le migliori sinergie istituzionali e operative, quantomai necessarie in un ambito così delicato e complesso come quello del riuso dei patrimoni sottratti ai clan. In tale ottica, l'assessore Morcone ha annunciato che incontrerà in sede di Conferenza Stato - Regioni i suoi omologhi delle altre amministrazioni regionali, in modo da procedere di conseguenza in maniera celere ed efficace», conclude Tedesco.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA