«Vaccino covid come acqua di fogna». Lopalco attaccato dai no vax: «Nazista»

Sabato 31 Luglio 2021
«Vaccino covid come acqua di fogna». Lopalco attaccato dai no vax: «Nazista»

«Vaccini come acqua di fogna. Lopalco nazista». L'attacco questa mattina da parte dei no vax nei confronti dell'assesore alla Sanità della Regione Puglia Pier Luigi Lopalco. 

Le scritte sull'hub a Bari Carbonara

«Proteggete i bambini. Libertà. I vaccini uccidono». «Vaccini Covid = acqua di fogna. Lopalco nazista». E' la scritta comparsa questa mattina, impressa con vernice rossa sul marciapiede e su un totem, all'ingresso dell'hub vaccinale di Carbonara di Bari. Sull'episodio sta indagando personale della Digos. «Volete essere liberi di non vaccinarvi, ok, ma lasciate la libertà di vaccinarsi a chi ha scelto di farlo senza questi gesti inutili, oltre che dannosi per la città», commenta il sindaco di Bari Antonio Decaro. Il sindaco evidenzia inoltre che proprio oggi la Asl «ci ha comunicato che Bari ha raggiunto l'80% di copertura di tutta la popolazione vaccinabile (sopra i 12 anni) con almeno una dose. Mi sembra - sottolinea Decaro - che la città abbia già fatto la sua scelta».

«A chi equipara vaccinazione e morte, a chi deturpa le sedi vaccinali con scritte che inneggiano alla paura, a chi denigra il lavoro della scienza, la Regione Puglia risponde con i numeri», scrivono in un post la Regione e i gruppi consiliari Con e M5S sulla pagina Facebook ufficiale della Regione Puglia che riporta i numeri dei vaccini somministrati 4.743.582, esprimendo «piena solidarietà» all'assessore Lopalco.

LEGGI ANCHE: Covid, in Puglia altri 232 casi su oltre 11mila tamponi. Nessun decesso

«Una testimonianza oggettiva - si legge - di quanto i pugliesi credano nell'importanza della vaccinazione e nel dovere morale di proteggere le persone più care, prima che sé stessi». Solidarietà è stata espressa anche dal gruppo consiliare e dal movimento Con e dal gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle Puglia «per le scritte ingiuriose e offensive» dirette contro l'assessore. È «vergognoso - dicono i consiglieri di Con - offendere chi dal primo giorno di questa pandemia sta lottando al fianco dei pugliesi, moltiplicando i propri sforzi, sia sul piano sanitario sia su quello politico, mettendo in campo competenza e dedizione. Ogni forma di negazionismo va combattuta, soprattutto quando sfocia in comportamenti minacciosi o violenti. Con è al fianco di uno dei suoi più autorevoli rappresentanti e lo sosterrà senza esitazioni fino a quando tutti insieme riusciremo a sconfiggere questo maledetto virus, anche a dispetto di chi rappresenta un freno sulla strada per la rinascita». «Vogliamo ringraziare l'assessore - si legge nella nota del M5s - per tutto quello che ha fatto e continua a fare per la lotta al Covid e come lui tutti i medici in prima linea in questa pandemia».

Ultimo aggiornamento: 22:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA