Covid, festa di nozze a Pontinia. Multate 82 persone. E la Regione pensa di anticipare i divieti

Sabato 17 Ottobre 2020 di Giovanni Del Giaccio
Covid, festa di nozze a Pontinia nonostante i divieti, intervengono i carabinieri. Multate 82 persone

Hanno svolto la festa di nozze nonostante le norme anti Covid, sono intervenuti i carabinieri e contestato la violazione del dpcm varato il 13 ottobre. In una villa per ricevimenti di Pontinia c'erano 82 persone che festeggiavano la celebrazione di un matrimonio «con un numero di partecipanti superiore al consentito». Tutti i partecipanti sono stati sanzionati per la violazione dell’articolo 1 del recente decreto. I militari della compagnia di Latina, agli ordini del maggiore Carlo Maria Segreto, sono intervenuti a seguito di una segnalazione, nel corso di controlli in materia del rispetto delle norme anti covid. Segnalato il gestore della villa, con la struttura che è a rischio chiusura.

Il numero dei contagi e alcuni comportamenti ancora scorretti e pericolosi, come la festa a Pontinia con 80 invitati, potrebbero indurre la Regione a varare prima del previsto l'ordinanza con i nuovi divieti anti Covid. 

Vedi anche > Latina, lo sposo è positivo: cento persone in isolamento dopo il matrimonio

«É grave e da irresponsabili quanto accaduto a Pontinia nonostante l’ordinanza restrittiva. Non si possono più fare feste e assembramenti di questa portata che mettono in discussione la salute dei partecipanti e del resto della comunità. Questo è il tempo della responsabilità altrimenti non possiamo farcela contro il virus - ha detto l'assessore regionale alla sanità, Alessio D'Amato -  ringrazio i carabinieri  dell’impegno che stanno profondendo nell’attività di controllo».

 

Covid, Merkel ai tedeschi: «State a casa, siamo in una fase molto grave: il nostro Natale si decide in questi giorni»

Covid, donna positiva doveva stare in quarantena ma era sul treno: trovata e denunciata

Ultimo aggiornamento: 22:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA