Viterbo: spara e uccide la moglie davanti alla figlia, poi si toglie la vita. La coppia si stava separando: i cadaveri scoperti dalla figlia

Domenica 26 Settembre 2021
Il casale di campagna dov'è avvenuta la tragedia

Ha sparato alla moglie con il fucile da caccia uccidendola, poi si è suicidato. Tutto sotto gli occhi della figlia. Teatro dell’ennesimo femminicidio il piccolo borgo del viterbese Castel Sant’Elia. Il 65enne Ciriaco Pigliaru si stava separando dalla moglie 57enne. L’uomo sabato sera ha aspettato in un angolo del giardino che la donna e la figlia rientrassero nella casa che si trova in aperta campagna, in cui lui non viveva da giugno, e sbucando nel buio ha sparato a distanza ravvicinata.

 

Uccise moglie e figlioletto di 5 anni, Alexandro Riccio si è suicidato in carcere a Ivrea

 

A dare l’allarme la ragazza che, disperata, ha chiamato i soccorsi. Una drammatica telefonata in cui ha raccontato quello che era appena successo. All’arrivo dei soccorritori nell’abitazione, per la coppia non c’era più nulla da fare. Sulla vicenda indagano i carabinieri della compagnia di Civita Castellana. Rimangono ancora da chiarire i motivi del gesto. A quanto ricostruito dagli investigatori, sembra però che non ci fossero state avvisaglie che potessero far presagire un epilogo del genere. Sono in corso anche accertamenti sull’arma, un fucile da caccia, per capire la provenienza. Al momento non risulta, infatti, che il 65enne avesse armi. Sotto choc l’intero paese dove la coppia con le due figlie vivevano da tempo.

Ultimo aggiornamento: 27 Settembre, 07:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA