Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Roma, medico anestesista dell'ospedale di Tor Vergata arrestato per spaccio. D'Amato: «Merita radiazione»

Sabato 7 Maggio 2022
Roma, medico anestesista dell'ospedale di Tor Vergata arrestato per spaccio. D'Amato: «Merita radiazione»

Anestesista pusher: un medico dell'ospedale di Tor Vergata è stato arrestato per spaccio. A casa aveva hashish e crack, soldi in contanti e l'occorrente per confezionare dosi. Ma lo spaccio era il suo "secondo lavoro" perchè di fatto l'uomo era uno stimato medico anestesista all'ospedale di Roma di Tor Vergata. 

L'uomo, 47 anni, è stato scoperto a casa sua, con una coppia di italiani in mezzo una notevole quantità d'hashish e crack. Più di sei chili di sostanze scoperte e sequestrate complessivamente dagli agenti del commissariato Romanina, zona sud est della Capitale. Oltre alla mole di droga, a far sospettare dei traffici illeciti del medico, è stato il ritrovamento da parte della polizia anche un bilancino di precisione, di 485 euro in contanti e di un coltello a lama retraibile ancora sporco droga sul divano del salone.

Poco distante dal sofà poi, nascosta in una pochette, gli investigatori hanno trovato anche la chiave di un'auto, nascondiglio di qualche altro chilo di hashish. Insomma una vera centrale di spaccio a casa di un uomo insospettabile, sul quale stanno adesso indagando gli uomini del commissariato Romanina per capire connessioni e contatti.

La coppia di italiani scoperti in casa con l' anestesista, di rispettivamente 56 e 53 anni, potrebbe essere cliente abituale dell'arrestato, ma sul punto rimangono ancora necessari approfondimenti della questura. L'assessore alla Sanità Alessio D'Amato è intervenuto questa mattina sottolineando che «il policlinico Tor Vergata che ha collaborato alle indagini sul medico libero professionista indiziato per spaccio, ha fatto sapere che segnalerà il caso all'ordine dei medici per le opportune valutazioni fino alla radiazione».

«Se le contestazioni saranno acclarate è incompatibile la permanenza all'ordine di chi tradisce il giuramento di Ippocrate», ha aggiunto l'assessore. Non esattamente il finale perfetto della serie americana campione di incassi.

 

Ultimo aggiornamento: 18:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA