Rompe una bottiglia in spiaggia poi tenta di aggredire una coppia: bloccato

Martedì 13 Agosto 2019
Una tranquilla giornata al mare si è trasformata in un incubo o quasi per alcuni bagnanti di uno stabilimento della riviera nord di Pescara. Improvvisamente, attorno all'ora del tramonto, mentre si stavano rilassando sulla riva si sono trovati di fronte un uomo, fuori di sé, con in mano una bottiglia rotta, il quale tentava di avvicinarsi ad una coppia per aggredirla. Per fortuna, è stato subito bloccato dagli addetti dello stabilimento e calmato. Nel frattempo sono stati allertati anche i carabinieri. Ma al loro arrivo non c'era già più. Erano rimaste poche persone.

Sono state ora avviate le indagini da parte dei militari della compagnia di Pescara per capire cosa sia successo e perché. Secondo alcuni testimoni, l'uomo avrebbe reagito in quella maniera essendo stato vittima di uno scherzo di cattivo gusto. Tanta comunque la paura. Sarebbe stato visto rompere una bottiglia di vetro su un lettino e poi dirigersi verso due persone, un uomo e una donna, che stavano andando a fare il bagno. In un attimo, il putiferio. A parte l'aggressione, per fortuna sventata, parecchio timore anche per i pezzi di vetro caduti in mezzo alla sabbia. Non è la prima volta, che in spiaggia avvengono episodi di violenza. Qualche mese fa, una 39enne di Termoli è stata aggredita e pure rapinata mentre stava passeggiando sulla battigia, all'altezza della Nave di Cascella. Stando al suo racconto, sarebbe stata colpita alla schiena con un oggetto appuntito e poi derubata del telefono e di 150 euro che aveva nella borsa. Ad agire due uomini, fra cui, sempre a suo dire, l'ex compagno.
  Ultimo aggiornamento: 14:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA