Al Zawahiri, il leader di al-Qaeda (dato per morto): «Invasione Ucraina resa possibile da debolezza Usa»

Sabato 7 Maggio 2022
Al Zawahiri, il leader di al-Qaeda (dato per morto): «Invasione Ucraina resa possibile da debolezza Usa»

Il leader di al-Qaeda, Ayman al-Zawahiri, sarebbe ancora vivo e in un video dice la sua sul conflitto in Ucraina. Secondo il medico egiziano, che nel maggio 2011 ha raccolto l'eredità di Osama bin Laden, è stata «la debolezza degli Stati Uniti» a rendere possibile la guerra, a far sì che Kiev diventasse «preda della Russia». Il messaggio di al-Zawahiri è stato diffuso attraverso un filmato pre-registrato per commemorare l'uccisione del suo precedessore e fondatore del gruppo. Lo riporta il sito di intelligence Site.

Grano, allarme Onu: «Riaprire i porti dell'Ucraina, rischiamo carestia mondiale»

 

Al-Qaeda: invasione Ucraina resa possibile dalla debolezza degli Usa

Nel video, della durata di 27 minuti, il medico egiziano appare seduto a una scrivania con alcuni libri e una pistola. Al-Zawahiri nel suo discorso si rivolge direttamente ai musulmani invitandoli a restare uniti anche di fronte agli Stati Uniti, descritti come più deboli «dopo la sconfitta in Iraq e in Afghanistan, dopo i disastri economici causati dalle invasioni dell'11 settembre, dopo la pandemia di coronavirus e dopo aver lasciato il loro alleato Ucraina come preda dei russi».

 

Al-Zawahiri è ancora vivo?

Più volte dato per morto, Zawahiri conferma di essere vivo con i riferimenti all'attualità ucraina contenuti in questo video. Ricercato dall'Fbi, non si conosce la località dove si nasconde. Sono stati promessi 25 milioni di dollari a chi fosse in grado di fornire informazioni utili alla sua cattura.

 

Ultimo aggiornamento: 8 Maggio, 07:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA