Mamma, papà e figlia di un anno morti durante un'escursione in California. Lo sceriffo: «Uccisi dal caldo estremo e dalla sete»

Venerdì 22 Ottobre 2021
California, famiglia trovata morta durante un'escursione. Lo sceriffo: «Morti per il caldo estremo»

Una famiglia californiana è morta ad agosto durante un'escursione nella foresta nazionale della Sierra. È stato il caldo estremo e la probabile disidratazione a uccidere la coppia, la loro figlia e il loro cane. Le forze dell'ordine, dopo mesi di indagini, hanno annunciato le cause della morte, fornendo alcune risposte a un mistero che ha sconcertato tutti.

 

Leggi anche > La Regina Elisabetta ricoverata in ospedale: cancellata visita in Irlanda del Nord, come sta ora

 

Il dipartimento dello sceriffo della contea di Mariposa ritiene che il 45enne Jonathan Gerrish, originario del Regno Unito, sua moglie, la 30enne Ellen Chung, la loro figlia di un anno, Miju, e il loro cane, Oski, siano morti durante un'escursione sul sentiero Hites Cove il 15 agosto. Quel giorno le temperature erano alte fino a 42,8 gradi e la maggior parte del sentiero di otto miglia ha poca ombra o alberi. «Le morti legate al caldo sono estremamente difficili da indagare», ha affermato Jeremy Briese, lo sceriffo della contea di Mariposa.

 


L'insolito caso ha messo in difficoltà le forze dell'ordine dal 17 agosto, quando i funzionari hanno trovato i corpi della famiglia e del loro cane sul remoto sentiero escursionistico vicino all'area di Devil's Gulch nella foresta nazionale della Sierra. Sono stati trovati tutti nella stessa zona ed erano quasi alla fine della loro escursione. Il loro veicolo si trovava a poco più di due chilometri di distanza, vicino a un cancello della foresta. Un amico aveva denunciato la scomparsa della famiglia, descritta come accanita di escursionismo. Un borraccia d'acqua da un litro che la famiglia aveva con sé era vuoto e non avevano altro modo per bere. Sul sentiero, manca anche il segnale per i cellulari. 
 


Quando i funzionari hanno trovato i corpi, nessun segno della causa della morte è stato immediatamente chiaro e l'area è stata brevemente trattata come un sito pericoloso. Il dipartimento dello sceriffo ha descritto il caso come una «situazione insolita e unica».


Il caso ha sconvolto tutti e in poco tempo la notizia ha fatto il giro su tutti media nazionali e internazionali. E gli investigatori ci hanno messo mesi per capire cosa fosse successo a quella famiglia. Durante le indagini, la polizia ha preso in considerazione molte cause di morte, poi tutte escluse nel corso dell'indagine. Tra le possibili cause c'erano il monossido di carbonio, l'esposizione al gas delle miniere della zona, un fulmine, ill suicidio e la droga.

 

I funzionari hanno addirittura preso in considerazione la possibilità che la famiglia fosse stata uccisa da alghe tossiche dopo che le fonti d'acqua nella zona sono risultate positive, ma hanno affermato durante il briefing delle notizie di non aver trovato prove a sostegno di questa come causa della morte. A settembre, la foresta nazionale della Sierra ha chiuso i sentieri vicino al luogo della morte della famiglia, citando «pericoli sconosciuti trovati dentro e vicino al sentiero Savage Lundy».

 


Le circostanze della loro morte, con l'intera famiglia e il cane trovati insieme, erano insolite, ha riconosciuto Griese, ma il suo ufficio aveva fiducia nel trovare la verità.  Nelle indagini sono state coinvolte più di 30 agenzie locali, statali e federali. L'FBI sta analizzando un cellulare trovato con la famiglia, che gli investigatori sperano possa fornire maggiori informazioni su ciò che è accaduto quel giorno sulle tracce. Le morti, ha detto Griese, sono legate al clima e non ci sono altri pericoli noti per il pubblico lungo il percorso.

 


 

Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre, 11:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA