Abusi sessuali a scuola sugli studenti: "Niente carcere, voglio la castrazione chimica"

Venerdì 22 Maggio 2020
Un ex insegnante della Florida si è dichiarato colpevole di aver abusato sessualmente di alcuni studenti e ha chiesto a un giudice la castrazione chimica come punizione, ma è stato invece condannato a 12 anni dietro le sbarre. Mark Lua, 32 anni, ha fatto la richiesta insolita di far rimuovere i testicoli per schivare il tempo di prigione alla corte di Pensacola mercoledì, riporta il Pensacola News Journal .

"Le mie azioni erano spregevoli", ha detto Lua al giudice del Primo Circuito Thomas Dannheisser. "Credo che la punizione sia necessaria e sto chiedendo la castrazione chimica non solo come punizione ma come atto di solidarietà per dimostrare quanto mi dispiaccia per tutto". Ha aggiunto: "Se il tuo onore è così propenso, sono anche disposto a subire la castrazione fisica se in quel modo posso stare a casa e crescere mia figlia".

Ma il giudice ha ignorato la sua richiesta prima di dare la sentenza, insieme a 15 anni di libertà vigilata. Lua, un ex insegnante di inglese alla Booker T. Washington High School di Pensacola, ha fatto sesso con una ragazza minorenne e ha aggredito sessualmente un ex studente di 18 anni, secondo i procuratori. È accusato di aver costretto un terzo studente a inviargli un video esplicitamente sessuale. L'anno scorso si è dichiarato colpevole di attività sessuale illegale con un minore e ha promosso una prestazione sessuale da parte di un bambino. Mercoledì scorso il procuratore Erin Ambrose ha riferito al giudice di aver predato ragazze vulnerabili.

"Sembrava cercare ragazze che provenivano da case instabili o in difficoltà", ha detto. “Li ha manipolati e li ha traditi perché era un insegnante.” Durante l'udienza di condanna, Lua ha anche affermato di soffrire del disturbo genetico neurofibromatosi, che causa tumori. Ha detto che spesso ha avuto attacchi di panico durante il periodo dell'abuso sessuale. "Se sono con la mia famiglia o quando potrei sedermi e leggere un libro, penso ai tumori e penso 'Oh mio Dio, questo potrebbe essere il mio ultimo giorno sulla terra", ha detto Lua. Ma Ambrogio respinse la sua richiesta di simpatia. "Questa condizione non sembrava debilitarlo mentre stava trollando i corridoi, alla ricerca di studenti con cui fare sesso", ha detto.
Ultimo aggiornamento: 18:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA